Sutor, presentato Carlo Recalcati: "Credo nel progetto di Montegranaro"

Carlo Recalcati

Carlo Recalcati

Una presentazione che si è trasformata in un caloroso benvenuto, quello di Montegranaro a Carlo Recalcati. Prima uscita ufficiale ieri mattina per il nuovo coach della Sutor che ha incontrato giornalisti e tifosi all’hotel Horizon di Montegranaro.
Ad aprire i lavori è stato il general manager, Alessandro Santoro. 
“L’attesa premia sempre – ha detto il g.m. facendo riferimento ai giorni di riflessione della Società prima dell’ufficializzazione di Recalcati – il nome di Carlo all’inizio era per noi un’opportunità da accarezzare, un sogno, che poi si è trasformato in una realtà e nella volontà di costruire e portare avanti insieme lo stesso progetto. Siamo fortemente convinti sia lui la persona giusta al momento giusto. Carlo Recalcati ha dimostrato, sin da quando abbiamo cominciato a parlarne, grande entusiasmo rispetto al nostro progetto, alla volontà di rigenerazione, al desiderio di un ritorno alle origini. Carlo Recalcati è la base sulla quale vogliamo costruire l’altezza, nonostante le difficoltà che non nascondiamo perché, lo ripeto, questo sarà un anno difficile ma le motivazioni sono tante e sono forti”.
La parola poi è passata a Tiziano Basso. 
“Sono io a ringraziarlo per la scelta che ha fatto – ha detto il presidente – la sua esperienza, la sua forza di volontà, le sue motivazioni sono per tutti noi fattori estremamente importanti. Dopo la scelta del general manager è arrivata quella dell’allenatore. Il nostre desiderio è rimboccarci le maniche, più coesi e più forti”. Il Presidente Basso ha anche ricordato l’importanza di “Insieme per la Sutor”, l’associazione formata da un gruppo di autorevoli imprenditori, nata due mesi fa a sostegno della Sutor.
E’ stata poi la volta dell’atteso intervento di Recalcati. 
“Il motivo per cui sono qua è perché credo fortemente nel progetto di Montegranaro – ha spiegato il coach – sono una persona che crede molto nei rapporti umani, nelle sensazioni, nella storia. Tutto questo lo vedo in Montegranaro. All’indomani della nomina di Sandro Santoro ho trovato nelle sue parole il mio pensiero. L’ho sentito parlare di passione, determinazione, umiltà. La passione è tutto ciò che serve a muovere verso un obiettivo. Passione ne ho io, ce l’ha questa Società, ce l’hanno tutti coloro che sostengono economicamente il basket e la Sutor, ce l’hanno i tifosi. La determinazione è tutto ciò che serve per raggiungere l’obiettivo. Un obiettivo che deve essere supportato da un progetto. E su un progetto mi sono confrontato con Sandro Santoro quando ci siamo incontrati la prima volta e poi, sempre di un progetto, di un obiettivo, abbiamo parlato con la Società quando mi sono visto con loro. Spendere poco e ottenere molto è l’obiettivo. Dobbiamo pensare a salvarci e fare in modo che la Società si consolidi”. Anche coach Recalcati ha fatto riferimento nel suo intervento all’associazione “Insieme per la Sutor”. “E’ un modello – ha detto il coach – per la pallacanestro italiana, un’esperienza che dà un contributo fattivo. Dando anche noi il nostro esempio possiamo fare in mondo che altri si avvicinino. Chi investe nella pallacanestro e lo fa per amore, come in questo caso, merita un grande rispetto”. L’attenzione del coach è stata riservata anche al Sutor Special Club, “un’altra esperienza unica che dimostra quanto Montegranaro sia all’avanguardia, abbiamo bisogno anche di sapere al nostro fianco i Soci dello Special Club, ancora più di sempre”. Inevitabile poi il saluto alla tifoseria di Montegranaro e al pubblico tutto. “Il calore della tifoseria della Sutor è storico, affinché la stagione sia vincente questo calore deve essere sempre più forte e sono certo che chi ama la Sutor non farà mancare questa intensità”.
Presente alla conferenza stampa anche il sindaco di Montegranaro, Gastone Gismondi, accompagnato dall’assessore allo sport Salvatore La Porta. Il primo cittadino ha omaggiato il nuovo coach con alcune pubblicazioni che raccontano la storia di Montegranaro. Non è mancata neppure una delegazione dei Sutor Rangers, l’anima del tifo montegranarese: i Rangers hanno regalato a Carlo Recalcati una sciarpa gialloblu. 
Carlo Recalcati

I più letti