Mps, nuovo test con Galatasaray

In attesa della sfida di oggi a Sondrio, nuovamente contro il Galatasaray, è perfetta parità. E' questo il bilancio della prima fase di preparazione della Mens Sana: alla prima vittoria contro Avellino è seguita, infatti, la prima sconfitta contro il Galatasaray degli ex Domercant, Hawkins ed Ataman. 
Le formazioni che si sono affrontate, però, erano tutt'altro che in grado di dimostrare il loro autentico valore: al Galatasaray mancavano i due lunghi titolari, Macvan e Ndong, mentre alla Mens Sana addirittura quattro giocatori. 
L'amichevole ha comunque dato dei segnali importanti, prima di tutto la strepitosa performance di Hobby Brown, autore di 28 punti, ben supportato da un Kasun in via di miglioramento che, però, deve ancora lavorare tanto se vuole entrare in forma per la Supercoppa. 
Queste prime partite sono da prendere con le molle sia in quello che dicono di negativo che di positivo, in quest' ottica dobbiamo ricordarci che Summers lo scorso anno fece molto bene in pre-stagione, salvo poi cominciare a lamentarsi dei letti e a fare frontali in auto.
Questa stagione sembra però cominciare sotto diversi auspici, il gruppo sta lavorando a testa bassa per farsi trovare più pronto possibile per l'appuntamento di fine settembre. I nazionali però non potranno essere di molto aiuto per la Supercoppa, visto che gli impegni per le qualificazioni finiscono pochi giorni prima; anche su questo ci sarebbe da discutere con gli organi competenti, visto che questo format prevede una manifestazione che obbliga i club a ritrovarsi con giocatori esausti e da inserire a pochi giorni dalla prima palla a due. 
Un problema che per fortuna non deve affrontare solo la Mens Sana, visto che anche Cantù ha Cusin, Aradori e Markoishvili impegnati nelle rispettive nazionali, con quest'ultimo compagno di squadra di Sanikidze. 
Ma la buona notizia che arriva dal raduno della nazionale è che Hackett sta brillando; la gara contro il Portogallo doveva essere una semplice formalità, ma quando le cose si sono complicate nel finale sono stati Daniel e Gallinari a togliere le castagne dal fuoco.

I più letti