Sesta di fila. Così l'Italia va all'Europeo. Aradori 14

Pietro Aradori

Pietro Aradori

La sesta vittoria consecutiva in altrettante gare del girone di qualificazione, consegna all'Italia il pass per la prossima edizione dei campionati europei, in Slovenia nel 2013. 
Ieri gli azzurri del ct Simone Pianigiani hanno battuto 68-56 la Repubblica Ceca nel match di ritorno andato in scena a Trieste assicurandosi così la certezza del primo posto nel gruppo F. 
Tra l'altro, rispetto all'andata i cechi hanno potuto schierare l'esperto Jiri Welsch e con lui in campo (26 minuti, 8.5 punti e 4.3 assist di media nelle quattro partite giocate) la Repubblica Ceca aveva sempre vinto. 
Nel successo di ieri, il miglior realizzatore dell'incontro è stato il neo canturino Pietro Aradori, autore di 14 punti (con l'aggiunta di 6 rimbalzi), mentre l'altro biancoblù Marco Cusin ha siglato 7 punti catturando 5 rimbalzi. 
Quanto agli altri azzurri, Mancinelli 7, Gallinari 10, Datome 8, Gigli 4, Cinciarini 4, Hackett 6, Chiotti 8, Poeta, Vitali. 
Quanto agli "canturini" impegnati con le rispettive nazionali, ecco come sono andati ieri. 
Nell'agevole successo di Israele in Estonia (53-84), 10 punti (con 5/6 dal campo) e 8 rimbazi per il centro Alexader Tyus. L'americano che gioca con passaporto israeliano sta viaggiando in queste qualificazioni a 12.7 punti e 6.3 rimbalzi di media, con il 73.5 al tiro su azione. 
Nella preziosa affermazione della Georgia in Romania 0, Manuchar Markoishvili ha come al solito lasciato il segno firmando 17 punti in 31' con 7/13 dal campo; Manu si sta sinora manifestando a 16.4 punti, 3.4 rimbalzi e 3 assist di media. 
Riposava ieri il Belgio di Jonathan Tabu, sin qui protagonista con 12.4 punti, 3 rimbalzi e un paio di assist a gara. 
Pietro Aradori

I più letti