Pianigiani: “Orgoglioso di essere l’allenatore di questa squadra e di questo staff”

Simone Pianigiani

Simone Pianigiani

Qualificazioni EuroBasket 2013. Italia-Bielorussia 83-58.
L’Italia batte la Bielorussia 83-58 e chiude il girone F con otto vittorie in altrettante partite giocate. Un filotto che corona un’estate a dir poco esaltante, nel corso della quale la Nazionale ha finalmente tradotto in risultati il duro lavoro degli ultimi anni. E’ la Nazionale del collettivo, del gruppo unito che insieme supera gli ostacoli più complicati (battuta due volte la Turchia, con la ciliegina sulla torta di Kayseri) ed esce indenne dalle trappole dell’est Europa (vedi le convincenti vittorie in Bielorussia e Repubblica Ceca). E’ la Nazionale che fa innamorare il pubblico di casa, ancora una volta numeroso ed entusiasta. 
La cronaca del match si riassume con l’ennesima, maiuscola, prestazione casalinga: gli Azzurri volano fin dalle battute iniziali e i bielorussi rincorrono invano per tutti i 40 minuti.
“Volevamo fortemente questo Europeo – dice il ct Simone Pianigiani – e nessuno all’inizio avrebbe scommesso sul nostro en plein. Per fare qualcosa di positivo nella pallacanestro che si gioca oggi in Europa c’è bisogno del grande lavoro di giocatori e staff. Ringrazio tutti i ragazzi per il contributo che hanno dato in campo e ringrazio la squadra intorno alla squadra: tutte persone che è giusto che gioiscano per questo successo. E’ stata un’estate non banale, i giocatori hanno vissuto un’esperienza unica e stanno imparando anche a vincere. Credo sia stato un bellissimo spot per la nostra pallacanestro e io sono orgoglioso di essere l’allenatore di questa squadra e di questo staff”.
L’Italia vuole vincere e capitan Mancinelli suona la carica fin dall’inizio. La Bielorussia dura appena 5 minuti (9-9 dopo il 5-0 Azzurro iniziale), poi i ragazzi di Pianigiani, seppur sprecando qualche azione di troppo, prendono il largo. Mancio e Aradori mettono a referto 7 punti a testa e il tabellone del primo quarto si cristallizza sul 23-15. Il canovaccio della seconda frazione non si discosta di una virgola dai primi 10 minuti: squadra di casa in controllo assoluto e primo tempo chiuso con 16 lunghezze di vantaggio (48-32).
Il faro dei bielorussi è come al solito Kudrautsau, che segna e si danna l’anima per tenere a galla i suoi, per la verità poco ispirati dal trasparente Dante Stiggers. Dominati a rimbalzo (41-32 alla fine), gli ospiti fanno quello che possono ma devono stare a guardare un Gallinari straripante che va in doppia doppia alla fine del terzo quarto (16 punti e 12 rimbalzi a fine match). Ultima minisirena sul 67-46. Tanto buon basket Azzurro nell’ultimo quarto e gli alley oop confezionati da Poeta per il Gallo e da Cavaliero per Gigli fanno esplodere di gioia i 3.500 spettatori del PalaTrieste. L’Italia vince 83-58: la festa può cominciare.
Gli annali dicono che la Nazionale italiana non infilava otto vittorie consecutive dal 1997 (allora fu Argento Europeo in Spagna). Oggi gli Azzurri, con otto successi, entrano dalla porta principale ad EuroBasket 2013. Si chiude nel migliore dei modi un percorso lungo, iniziato a Milano il 15 luglio e terminato a Trieste con la consapevolezza che gli Azzurri ci sono, e hanno ancora voglia di divertire e divertirsi.

Il tabellino
Italia-Bielorussia 83-58 (23-15, 25-17, 16-12, 19-14)
Italia. Cavaliero 3 (0/1 da tre), Mancinelli 10 (2/4, 2/6), Gallinari 16 (5/8, 1/5), Poeta 4 (1/1 da tre), Vitali 2 (1/2), Cusin 6 (3/5), Datome 8 (1/3, 1/3), Gigli 6 (3/4), Cinciarini 4 (1/3), Viggiano 3 (1/2 da tre), Hackett 9 (2/3, 1/2), Aradori 12 (5/5, 0/1). Allenatore Simone Pianigiani, assistenti Luca Dalmonte, Mario Fioretti.
Bielorussia. Ulyanko 4 (2/3, 0/1), Charykau, Stiggers 5 (2/8, 0/3), Parakhouski 1 (0/1), Aliakseyeu 4 (1/4), Korshuk7 (2/3, 1/2), Lashkevich 2 (1/2), Pustahvar 9 (1/1, 2/7), Kudrautsau 12 (4/8, 1/3), Trastsinetski 7 (2/4, 1/1), Meshcharakou 7 (2/5, 1/4), Yafremau. Allenatore: Andrei Krovonos
Commissario: Anthony Colgan (Austria)
Arbitri: Robert Lottermoser (Germania), Tomasz Trawicki (Polonia), Ognjen Jokic (Montenegro)
Note: Tiri da due Ita 23/37, Bie 17/39; Tiri da tre Ita 7/21, Bie 6/21; Tiri liberi Ita 16/24, Bie 6/12. Rimbalzi Ita 41, Bie 32. Assist Ita 17, Bie 17. Spettatori: 3.500
Prima della palla a due premiato Angelo Gigli per le 100 presenze in Azzurro (traguardo tagliato a Coimbra lo scorso 30 agosto). Per lui esordio nel 2004. Nell’intervallo, il presidente Fip Dino Meneghin ha premiato la Nazionale Under 16 femminile per la conquista dell’Argento all’Europeo di Miskolc (Ungheria) e la Nazionale Master Over 45, campione d’Europa a Kaunas (Lituania).

Classifica
Italia 16 (8/0)
Rep. Ceca 12 (5/2)
Turchia 9 (3/3)*
Bielorussia 8 (1/6)
Portogallo 6 (0/6)*
*ancora in campo

Il Calendario completo
15 agosto
Italia-Portogallo 97-45
Bielorussia-Repubblica Ceca 65-73
Riposa: Turchia

18 agosto
Repubblica Ceca-Italia 53-63
Turchia-Bielorussia 77-74
Riposa: Portogallo

21 agosto
Italia-Turchia 78-69
Portogallo-Repubblica Ceca 67-74
Riposa: Bielorussia

24 agosto
Bielorussia-Italia 63-84
Turchia-Portogallo 74-62
Riposa: Repubblica Ceca

27 agosto
Repubblica Ceca-Turchia 82-64
Portogallo-Bielorussia 75-82
Riposa: Italia

30 agosto
Portogallo-Italia 70-82
Repubblica Ceca-Bielorussia 79-72
Riposa: Turchia

2 settembre
Bielorussia-Turchia 62-91
Italia-Repubblica Ceca 68-56
Riposa: Portogallo

5 settembre
Repubblica Ceca-Portogallo 90-71
Turchia-Italia 82-83
Riposa: Bielorussia

8 settembre
Italia-Bielorussia 83-58
Portogallo-Turchia (in corso)
Riposa: Repubblica Ceca

11 settembre
Bielorussia-Portogallo
Turchia-Repubblica Ceca
Riposa: Italia

La formula
Ad EuroBasket 2013 (Slovenia dal 4 al 22 settembre), accedono le prime due squadre di ogni girone più le quattro migliori terze classificate.
Alle già qualificate Slovenia, Macedonia, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Lituania, Russia e Spagna si sono aggiunte Italia, Repubblica Ceca, Montenegro, Germania, Croazia, Ucraina, Bosnia Erzegovina, Finlandia, Polonia e Georgia.
Simone Pianigiani

I più letti