La Mapooro conquista la Supercoppa italiana

Primo Trofeo per la Pallacanestro Cantù dell'era Cremascoli (nella foto con capitan Mazzarino). Una splendida Mapooro si aggiudica infatti la Supercoppa contro l'eterna rivale della Montepaschi con il risultato di 80 a 73 con Manu Markoishvili nominato MVP della gara.
Partenza equilibrata con Brown che replica a Manu per il 3 a 2 toscano dopo due minuti. La Mens Sana intidimisce nell'area pitturata con Eze e, con i canestri di Sanikidze e Moss, allunga sul 9 a 4 a metà della prima frazione. Cantù prova a reagire con Tyus e Brooks, ma Siena, grazie all'impatto sotto canestro di Eze e alla bomba da lontanissimo di Moss, comanda per 14 a 9 a 3 minuti dal termine del quarto. Brown continua a rendersi pericoloso offensivamente, Carraretto non sbaglia dall'arco e i bianco- verdi aumentano il divario sul + 9 (25 a 16) di fine primo periodo nonostante la tripla di capitan Mazzarino.
La seconda frazione inizia con la bomba di Tabu per il -6 lombardo. E' un altro tiro pesante di Manu a riportare la Mapooro a contatto sul – 3 (25 a 22) a otto minuti dall'intervallo. Manu realizza da sotto, Tabu è bravo in arresto e tiro e la formazione di coach Trinchieri impatta a quota 26. Cusin ribatte a Kangur, prima dei liberi di Brown e Sanikidze che fissano il punteggio, a metà del secondo quarto, sul 33 a 28 per la Montepaschi. La reazione brianzola, firmata Tyus- Aradori che pungono la zona toscana, vale il – 2 bianco- blu (37 a 35) e tre minuti dal termine del primo tempo. Siena prova ad allungare nuovamente con il contropiede di Brown e la penetrazione di Janning e, nonostante il buon apporto di Tyus, è avanti all'intervallo per 42 a 37.
Il secondo tempo comincia un 5 a 0 Mapooro, firmato Leunen- Manu, che rimette subito la situazione in equilibrio sul 42 a 42 dopo due minuti. E' la schiacciata di Cusin che vale il vantaggio per Cantù sul 44 a 42. La reazione bianco- verde, propiziata da Moss, permette alla Mens Sana di impattare a quota 46 a metà del terzo periodo. I bianco- blu insaccano due bombe con Manu e Smith e prendono il comando della gara sul 52 a 48 a tre minuti dalla fine della frazione. Siena non ci sta e con Hackett e Brown torna a -1 (55 a 56), nonostante le affondate di Tyus e Brooks. E' un gioco da tre punti di Tyus che fissa il punteggio, al termine del terzo quarto, sul 59 a 57 per la Mapooro.
L'ultima frazione si apre con il lay- up di Moss per il 59 a 59. Ress realizza la bomba, un ottimo Tyus schiaccia violentemente tenendo la gara in equilibrio sul 62 a 61 Montepaschi a 8 minuti dalla conclusione del match. I bianco- blu insaccano altre due triple con Smith e Markoishvili che valgono il +3 per la squadra di coach Trinchieri sul 69 a 66 di metà quarto periodo. Brown cerca di ricucire il divario, Brooks però, con 4 punti consecutivi, tiene avanti Cantù sul 73 a 68 a tre minuti dalla fine della partita. Moss infila un libero, Sanikidze il tap- in per il -2 toscano sul 73 a 71 a un minuto dal termine della sfida. La schiacciata di Tyus vale il +4, ma Hackett dalla lunetta insacca il nuovo – 2 sul 75 a 73. Smith non sbaglia dalla lunetta per il 77 a 73. Sono Smith e Leunen, dopo la bella difesa lombarda, a regalare alla Mapooro vittoria e Supercoppa con il risultato di 80 a 73.
MAPOORO CANTU' – MONTEPASCHI SIENA 80 – 73 (16- 25, 37- 42, 59- 57)
MAPOORO CANTU’: Kudlacek ne, Awudu ne, Smith 14, Markoishvili 15, Leunen 4, Mazzarino 3, Casella ne, Brooks 11, Tyus 18, Tabu 5, Aradori 4, Cusin 6. All. Trinchieri.
MONTEPASCHI SIENA: Kasun 2, Brown 18, Eze 8, Carraretto 3, Rasic, Kangur 3, Sanikidze 17, Ress 3, Lechthaler ne, Janning 2, Hackett 7, Moss 10. All. Banchi.
Arbitri: Cicoria, Paternicò, Chiari.

I più letti