Sutor, un'occasione per volar

Fabio Di Bella

Fabio Di Bella

A Caserta contro un club in crisi: la salvezza passa qui. Tesserato Andrews. 
Tutto pronto in casa Sutor, con il gruppo in partenza per Caserta, dove domani, alle 18.15, la squadra sarà impegnata al PalaMaggiò contro la Juve per la quarta giornata del massimo campionato di basket. Match importante quello che attende capitan Di Bella e compagni, opposti a una formazione che, anche alla luce della pesante sconfitta maturata a Biella, non vive, eufemisticamente parlando, un momento di grande salute. 
Problemi che i ragazzi dell'ex coach della Scavolini Pesaro, Pino Sacripanti, stanno vivendo sia dal punto di vista tecnico che societario, non fosse altro per l'appello fatto qualche giorno fa dal presidente del club, Francesco Gervasio, che ha messo in allarme l'ambiente sulla mancanza di fondi che potrebbe mettere a rischio l'attività societaria. 
A pesare sulle già malandate casse del sodalizio campano, sarebbe sia la mancanza di uno sponsor principale che quella di partner minori, denaro in meno che si aggiunge ai pochi introiti dai botteghini. Tutti fattori che non depongono a favore del proseguimento dell'attività della storica Juve. Aleggerle così, sembrerebbero le stesse problematiche che al momento stanno vivendo i vertici della società di viale Zaccagnini, da mesi alla ricerca di un sponsor che sostituisca la Fabi Shoes e intenti a fare in modo che gli appassionati riprendano a seguire in massa le gare interne di Steele e compagni al PalaRossini di Ancona. 
Una dirigenza comunque forte del supporto di realtà importanti del territorio come il Sutor Special Club e l'associazione Insieme per la Sutor, che stanno fornendo un contributo fondamentale alla causa gialloblù. 
Venendo alle questioni tecniche, il fatto che nei giorni scorsi la società abbia depositato in Lega Basket la documentazione per il tesseramento del centro statunitense Zachary Andrews, la dice lunga sulle intenzioni della società in merito a un giocatore che lo staff tecnico intende mettere in campo non appena lo troverà pienamente recuperato. Il tutto considerando che lo stesso statunitense, che ha ripreso ad allenarsi a pieno regime, scalpita per rientrare in campo il prima possibile e debuttare così in campionato. Chiaro che, al contrario, per Freimanis diventa molto importante, se non addirittura decisiva, la chance che coach Recalcati gli darà domani in Campania, dove il lettone dovrà far vedere di essere un punto fermo del roster gialloblù facendo così cambiare idea a chi ha pensato, dopo le prove altalenanti messe in mostra nelle ultime due gare casalinghe contro Sassari e Bologna, che la sua splendida partita d'esordio ad Avellino non fu affatto casuale. 
Fabio Di Bella

I più letti