Avellino: Valli resta, ma Lardo ha i bagagli pronti

Sarà pure una fiducia a tempo ma – almeno per il momento – Giorgio Valli non si tocca. Questo il messaggio cifrato lanciato dalla proprietà, la quale sembra più orientata a rinforzare la squadra che ad esonerare l’allenatore scelto in estate. Secondo radio mercato – però – la Scandone avrebbe sondato Lino Lardo (già rincorso in passato dalla formazione biancoverde) domenica sera, dopo la consueta Caporetto sul campo della sua bestia nera Cantù. Voce – naturalmente – smentita dalla dirigenza avellinese. Ma la pesante contestazione della tifoseria – che ha abbandonato addirittura in anticipo il Pianella – non è passata inosservata e l’ingegner De Cesare starebbe sfogliando la margherita. Intanto, la Sidigas cerca un play vero ed un esterno. E se la prima è una carenza strutturale, la seconda è un’esigenza dettata dai problemi – diciamo così – burocratici di Hardy e dalle precarie condizioni fisiche di Warren (il cui infortunio sarebbe meno grave del previsto, tanto da lasciar immaginare un suo recupero per la gara casalinga del 18 novembre con Biella). Ma se l’ex mvp della Legadue appare ad un passo dall’addio, "Pepito" rientrerebbe ancora nei piani del club irpino. Nel frattempo, voci vicine alla società parlano di imminenti rinforzi: uno dei quali sarebbe un "crack".
Marco Califano

I più letti