La seconda riunione Fortitudo 2011 - Tifosi

Dopo oltre due ore e mezzo di colloquio - sempre in Furla - si è concluso il secondo incontro tra Fortitudo 2011 e le componenti del tifo fortitudino.
Questa sera erano presenti, oltre all'avvocato Dettori per la Fondazione, anche alcuni membri della squadra Eagles, tra cui coach Padovano, i giocatori Piazza e Raminelli e il DS Corbelli.
La proposta di Fortitudo 2011 è ormai nota: portare avanti entrambe le realtà fino a fine stagione - rivedendo al ribasso i contratti Eagles - per poi ripartire da una società nuova che giochi col nome Fortitudo in una categoria decisa dalla Federazione, chiedendo alla FIP se possibile anche il codice di affiliazione 103.
A quanto filtra la novità sarebbe questa: nel caso in cui la Federazione non accetti di concedere la wild-card, Fortitudo 2011 sarebbe disposta a ripartire da Eagles e dalla sua categoria, chiedendo il suo cambio di denominazione in Fortitudo Pallacanestro.
A quanto pare tali proposte avrebbero ricevuto il parere favorevole di tutte le parti, tranne che della Fossa dei Leoni, che vorrebbe sempre la ripartenza tout-court da Eagles come prosecuzione di Fortitudo, anche se qualche margine di discussione ci potrebbe essere.
Nei prossimi giorni si vedrà se si riuscirà a trovare una conciliazione tra le parti. Questo perchè entro 7-10 giorni – in un modo o nell'altro – si dovrà arrivare a una conclusione. La prossima settimana Fortitudo 2011 effettuerà i due rogiti dei beni vinti in asta (trofei della fallita Fortitudo e Eagles) e subito dopo dovrà decidere cosa fare.
Dopo la riunione il commento di Giulio Romagnoli è stato stringatissimo, e comunque positivo: 
"Sono personalmente molto soddisfatto di questo incontro che reputo costruttivo, perchè si è riunito tutto il mondo dell'Aquila. Ogni volta che parliamo tutti insieme facciamo dei passi avanti. Stiamo lavorando per fare del nostro meglio, ringrazio tutti quelli che anche stasera si sono riuniti insieme".


Bruno Trebbi 

I più letti