JuveCaserta, una vittoria tutto cuore

Una brutta Virtus Bologna colleziona la sua seconda sconfitta in terra campana, questa colta per mano della JuveCaserta, squadra con grandi problemi non solo tecnici ed oltretutto l'unica formazione in serie A senza giocatori americani. Alla fine la differenza l'ha fatta il cuore dei padroni di casa che praticamente hanno buttato in campo tutto quello che avevano dimostrando ancora una volta semmai ce ne fosse bisogno, che il basket a Caserta merita realmente di essere di essere salvato e salvaguardato. Dall'altra parte la Virtus Bologna ha una prestazione maiuscola da un grande Peppe Poeta che chiude a quota 22 punti, il migliore dei suoi. Per il resto soprattutto in ombra i giocatori americani che tirano con percentuali. Primo quarto difficile da commentare ed il punteggio dei primi diedi minuti fotografa alla perfezione il match: 15-10 per la Juve che ha rotazioni ridottissime ma poggia sul sempre efficace Akindele. Per Bologna un dato eloquente nella prima frazione: 3/16 dal campo. Col il terzo fallo di Akindele la partita si mette nelle mani di Bologna che sorpassa (17-18) ma il vantaggio dura poco perchè un contro parziale della Juve da la possibilità ai padroni di casa di andare al riposo lungo in vantaggio 29-26. Nella terza frazione Poeta prova a suonare la svegli ma l'inerzia del match è ancora nelle mani di Caserta ed al 30' il punteggio è di 46-41. Nell'ultimo quarto la Virtus le prova tutte. Prima la zona, poi Gigli ed infine l'energia di Rocca ma non c'è nulla da fare perchè la Juve vuole la vittoria più di qualsiasi altra cosa. Finisce così 65-56 per i bianconeri di casa, una vittoria che in queste condizioni sa veramente di impresa.

I più letti