Lettere Maiuscole: la posta di Franco Montorro

«Ho letto di Claudio Sabatini e della sua veloce  e parziale rievocazione della trattativa con Kobe Bryant, da lui ribadita vera, verissima. Lei che ne dice?».

Jacopo - Bologna

Nell’occasione, una presentazione pubblica, c’erano solo due giornalisti e ad uno di questi, il sottoscritto, Claudio Sabatini si è scherzosamente rivolto invitandolo a non pubblicare su BasketNet le cifre - dettagliate - che stava rivelando ad una platea di almeno cento persone. Già sapendo che mezza Bologna le avrebbe imparate da lì a poco, ma certo non da me e nemmeno dall’ottimo Alberto Bortolotti, l’unico altro cronista presente. La mia opinione? Sabatini ci ha creduto veramente e anche se lui finge di non considerare più di tanto l’aspetto comunicazione sarebbe stato il capolavoro mediatico di un personaggio che in merito, piaccia o non piaccia, è un fuoriclasse. Non importa se senza più avversari.

-

«Caro Franco, sulla pagina Facebook ho visto che avete messo anche Siena nel sondaggio sulle squadre rivelazione. Ora, che la Mens Sana avesse bisogno di rivelarsi... O al contrario: le rivelazioni sono le squadre che non ti aspetti, tipo Varese e la sua fantastica striscia iniziale, o Sassari».

Francesco - Reggio Emilia

E’ tutto in relazione ai pronostici della vigilia, nel caso di Siena largamente condivisi e che parlavano di una formazione ridimensionata e privata del ruolo di miglior attrice protagonista. Impressione confermata dallo scivolone interno con Milano, poi parzialmente smentita dal successivo andamento dei toscani in Italia e in Europa. Prenda quel sondaggio per quel che è: un flash. Che oggi, però, illumina una squadra ancora ambiziosa e con qualche elemento nuovo, anche se non nuovissimo, molto interessante (vedi Kangur).

-

«Direttore, io non ho ancora capito che fine farà la Legadue intesa come struttura. Sarà smantellata? Si occuperò solo del campionato Gold? Perché siccome nei suoi dieci anni di vita è stata una Lega che a mio personale modo di vedere ha gestito bene il suo campionato sarebbe un peccato forse vederla morire nel nulla».
Paolo - Scafati (SA)

Credo non lo sappiano nemmeno loro quale sarà il loro destino, perché nessuno lo ha ancora deciso anche se immagino - e chiedo conferma, nel caso, a chi nel settore - che passerà tutto sotto l’attuale Lega Nazionale. Di probabile c’è che gli attuali club di Legadue preferirebbero essere ancora rappresentati da Marco Bonamico e il suo staff, con tutto il rispetto per “gli altri”. Questione di continuità, anche nella qualità, come detto.

-

«Non succederà, ma succedesse... Lei chi immaginerebbe al posto di Scariolo sulla panchina di Milano? Proprio solo Obradovic come candidato?».

Stefano - Pavia

Mi fido delle sensazioni di alcuni amici e colleghi, preparati e sensibili nel percepire gli umori anche della tifoseria, che mi hanno fatto un nome preciso: Lardo. Ma concordo con lei, non succederà, non a Milano e non mi riferisco all'eventuale ritorno dell’ottimo Lino.

Franco Montorro

Direttore BasketNet

postabasketnet@gmail.com

I più letti