Lettere Maiuscole: la posta di Franco Montorro

«Con le dimissioni di Minucci che cosa succederà adesso alla Mens Sana? Sono molto preoccupato, lei che ne pensa?».

Andrea  - Siena

In termini sportivi non c’è di che essere preoccupati, perché la Mens Sana di oggi e di domani sarà la stessa che era nel giugno 2008 dopo aver vinto due scudetti consecutivi ed aver partecipato alle Final Four di Coppa Italia. Minucci era General Manager, come lo è oggi, e Presidente era Roberto Morrocchi, mentre oggi lo è diventato Cesare Lazzeroni. Ora come allora Minucci aveva le deleghe di rappresentanza presso Eurolega, Lega e Federazione e nel luglio del 2008 vinse il premio di Executive of the Year di Euroleague.

Voglio dire: la sua operatività a contatto della squadra resta invariata o paradossalmente risulta accresciuta o se preferisce meno diluita in altre incombenze.

-

«Una cosa che mi ha molto meravigliato e stupito è vedere che il libro di Messina (“Basket, uomini e altri pianeti”) è nella classifica top 100 della vendita di libri della IBS e neanche in bassa posizione (32esima). Penso che sia la notizia migliore del basket italiano del 2012!

Andrea Ganzerli - Mirandola (MO)

Caro Andrea, è la riconferma che la pallacanestro italiana ha ancora molto da dire e al di là del valore del libro che ci sono ancora personaggi capaci di accendere interessi esterni. E’ certamente un’ottima notizia, peccato che Messina alleni all’estero e che il curatore del libro, Flavio Tranquillo, non  segua più professionalmente in maniera diretta il basket tricolore

-

«Che cosa ne pensa di quello che sta succedendo a Napoli? A noi basta avere una squadra che giochi a basket, non ci interessa di vivere di sogni. Legadue o A o B Dilettantiche sia vorremo solo una squadra di basket».

Marco - Napoli

Non chiedereste nemmeno tanto e avreste tutto il diritto di veder realizzato questo semplice sogno che per voi e per tutta la pallacanestro da anni è purtroppo ormai solo un incubo. Non so cosa augurarmi o cosa temere per il futuro del basket partenopeo, auspico che anche grazie al ritorno di Gianni Petrucci alla Fip si possa riprovare a sondare il territorio per un progetto non necessariamente ambizioso, lo hai detto anche tu, se non per l’aspirazione ad un po’ di stabilità.

-

«Caro Direttore, non succede ma se succede... Lei non pensa che lo scudetto a Sassari oltre ad essere un fatto di portata storica potrebbe anche essere di beneficio all’immagine dell’intera regione e poi rappresentare un incentivo al recupero di una piazza dimenticata come Cagliari?».

Pietro - Tempio Pausania

Sarebbe certamente storico come tutte le prime volte e in questo caso ci sarebbe di sicuro un’ulteriore componente emotiva, ma mi fermerei qui con le aspettative fermo restando che al basket italiano Cagliari manca da troppo tempo. Ma se il rischio da correre è quello di paradossi e risvolti perfino grotteschi come nel caso del calcio, lasciamo stare.


Franco Montorro
Direttore BasketNet

postabasketnet@gmail.com

I più letti