Avellino, nella caccia al play c'è il "bulgaro" Collins

Mentre prosegue la preparazione in vista della trasferta di Venezia

Si continua a sondare il mercato alla ricerca del rinforzo necessario che non arriverà prima del prossimo match interno contro Pesaro Stipcevic si allontana, ma la caccia al play non si ferma. La marcia di avvicinamento della Scandone alla sfida sul campo della Reyer Venezia continua ad essere scandita dai rumors di mercato, che, dopo la sconfitta nel derby con Caserta e col passare delle ore, diventano sempre più insistenti. La necessità di rinforzare il roster con un play in grado di far compiere un significativo salto di qualità è maturata dalle ore immediatamente successive all'ultimo scivolone casalingo: dopo l'ufficializzazione dell'arrivo di Marques Green a Milano si erano susseguite le indiscrezioni secondo cui Rok Stipcevic potesse essere il candidato numero uno a raccogliere la pesante eredità lasciata dallo stesso cestista statunitense ad Avellino. Ma nelle ultime ore la pista sembra essersi raffreddata, complice il prepotente inserimento di Pesaro, che sarebbe ad un passo dall'assicurarsene le prestazioni. Preso atto della mancanza dei presupposti necessari a condurre in porto l'operazione Stipcevic, la Scandone avrebbe comunque individuato il nome di una possibile alternativa, che si stenta a definire tale tenendo conto delle indiscusse qualità tecniche di cui Andre COLLINS, ex Ferrara, Bologna, Pesaro e Caserta, ha dimostrato di essere in possesso nel corso delle ultime quattro stagioni vissute, da protagonista, nella massima serie del basket italiano. La sua, una carriera di tutto rispetto: nel 2002 ha vinto un titolo NCAA; finita la carriera al College, nel 2006/2007 ha intrapreso subito l'avventura italiana con la maglia della Carife Ferrara (nella prima stagione 17.9 punti di media in 28 partite), con cui ha vinto il premio di miglior giocatore dell'anno nella stagione 2007/2008 della Legadue (19.2 punti di media), che gli è valsa la promozione in Serie A; nella prima stagione in Serie A ha chiuso con 17.5 punti di media. Nel 2009 il passaggio a Bologna: con la Virtus ha realizzato 11.8 punti, 2.5 rimbalzi e 2.4 assist di media con il 41.7 per cento da tre; durante l'estate 2010 si è trasferito alla Scavolini Siviglia Pesaro dove in 27 gare ha segnaato 12.8 punti di media con 4 assist (4° assoluto in campionato). Nell'estate 2011 l'accordo con la Pepsi Caserta, prima dell'avventura in Turchia, con il Gaziantepspor. Ma, in attesa di conferme circa l'effettivapossibilità di un'intesa, il campionato incalza. A Venezia, la Scandone dovrà fare di necessità virtù, cercando di strappare un successo sul campo di una squadra che, dopo qualche difficoltà iniziale, sta iniziando a raccogliere risultati all'altezza degli investimenti posti in essere nel corso del mercato estivo. Stringere i denti, in attesa dell'inizio di una riscossa invocata a gran voce, è l'imperativo; nella speranza che le porte chiuse, individuate come un primo passo necessario per ritrovare l'opportuna concentrazione, possano spalancarsi preso ad una ritrovata serenità collettiva, da riscoprire attraverso sudore e vittorie.

I più letti