La conferenza stampa di Alex Finelli

Alex Finelli

Alex Finelli

Il coach della Virtus Alex Finelli, in conferenza stampa, ha presentato la partita contro Brindisi di domani. Ricky Minard continua ad avere problemi e difficilmente sarà abile e arruolato. Si gioca alle 12, con diretta La7d e Sportitalia.

Ecco le parole di Finelli:

"Brindisi si presenta con un ottimo biglietto da visita. Secondo me insieme a Roma è la squadra rivelazione di questo girone di andata, ha due punti più di noi e viene da 6 vittorie negli ultimi 8 incontri. E ha vinto le ultime tre trasferte: Sassari, Reggio Emilia e Biella. 
E' un avversario pericolosissimo, che verrà da noi senza nulla da perdere, e offre il miglior realizzatore del campionato, Jonathan Gibson. Oltre a lui sono da segnalare Reynolds, Robinson e Viggiano. Il loro gioco nasce dal talento dei giocatori sul perimetro.
Noi vogliamo giocare una partita solida, e pur continuando il nostro momento di emergenza siamo pronti a buttare in campo tutto quello che abbiamo. Ci meritiamo di vincere questa partita e tenere viva la speranza di raggiungere le Final Eight, pur sapendo che giocheremo contro un avversario temibilissimo, che ha 10 giocatori 10 che possono andare in campo.
Siamo tutte e due squadre che giocano a ritmi alti, per caratteristiche dei giocatori. Loro hanno una fortissima trazione posteriore, e anche il nostro gioco parte dagli esterni, in particolare da Poeta".

Minard?
"E’ fermo da tre settimane. E' in miglioramento ma a piccoli passi, ieri per la prima volta si è allenato coi compagni ma dopo pochi minuti si è fermato per il dolore. Sarà difficile vederlo in campo domani, ma prenderemo una decisione all'ultimo. Per il resto stanno tutti bene, si è anche riaggregato Moraschini.
Sentiamo pressione per il momento non facile? Ogni partita in casa è da vincere, indistintamente. Non c'è più pressione di altre volte".
I tempi per vedere la Virtus al 100%?
"Non è ancora chiaro quali siano i tempi di recupero di Minard. In questa situazione tutti devono essere pronti a dare qualcosa in più. E il nostro acquisto, il nostro giocatore in più, lo peschiamo dal settore giovanile: Simone Fontecchio entra nella rotazione, come avvenuto a Sassari".
A questo punto l'obiettivo della stagione va ritoccato?
"L'obiettivo di tutti quanti dal punto di vista dei risultati dev'essere raggiungere i playoff. Al tempo stesso abbiamo l'obiettivo di dare minuti importanti a una serie di giocatori usciti dal nostro settore giovanile, sia italiani che comunitari, e siamo contenti delle responsabilità che stiamo dando loro. Questo girone di andata purtroppo è stato viziato da una serie di problematiche fisiche – tutte diverse tra loro – che hanno condizionato rendimento e risultati. Al completo abbiamo vinto 6 partite su 8, incompleti abbiamo fatto 0 su 5. Domani speriamo di invertire questa tendenza".
La differenza di rendimento degli USA tra casa e trasferta?
"E' difficile da spiegare, per noi non cambia niente nell'approccio alla partita. Hanno notevoli alti e bassi".

Alex Finelli

I più letti