Virtus Roma-Angelico Biella, partita in chiaroscuro anche in TV

Ancora problemi nel Biellese per la ricezione del segnale
Una vicenda intricata, sulla quale è difficile ma doveroso fare chiarezza. Oltre ai problemi del campo, l’Angelico Biella si trova ad affrontare quelli relativi ad un servizio tv scadente: la maggior parte dei tifosi rossoblù ha potuto vedere Roma-Biella solo a tratti: nessun segnale di vita su Tele Biella e Piemonte +, segnale in parte oscurato su Rete7. A chiarire una volta per tutte la situazione è Marco Aloi: “Ribadisco quanto già detto in altre occasioni: la responsabilità della qualità del servizio sulle nostre partite in trasferta non è di Rete7, emittente che, come dimostrano le repliche dei match casalinghi al lunedì, garantisce una qualità elevata”. Un concetto che il direttore commerciale di Pallacanestro Biella spiega nei dettagli: “L’emittente che ha prodotto la partita in questione (RomaUno-Studio 100, ndr) è responsabile del service satellitare. Per questioni economiche si affida ad una frequenza di trasmissione del segnale bassa, aspetto che noi non possiamo controllare. Nonostante ciò, nelle prove che abitualmente facciamo il venerdì e il sabato il segnale arriva perfettamente qui da noi. Il vero problema è che la domenica la rete si trova sovraccaricata di eventi sportivi e questo causa i ben noti problemi di trasmissione. Grandi tv Nazionali come Sky, Rai Sport o Sportitalia hanno segmenti satellitari propri, le tv locali invece devono affittare il segnale satellitare”. Aloi poi chiarisce altri due concetti: “Quest’anno abbiamo cercato di dare più possibilità ai nostri tifosi, Rete7, Tele Biella, senza dimenticare streaming. Ricordo che il servizio in questione rappresenta un costo del quale solo in parte la nostra società riesce a rientrare”. A risolvere tutti i problemi potrebbe essere un progetto al vaglio della Lega Basket e già approvato da tutte le società di serie A: “Si tratta di un servizio centralizzato, con una regia centrale a Bologna, in grado di smistare il segnale alle varie emittenti locali. La speranza è che possa essere attuato a partire dalla stagione 2013-2014”.

I più letti