Poeta: "L'obiettivo sono i playoff"

Giuseppe Poeta

Giuseppe Poeta

Il capitano della Virtus Peppe Poeta, intervistato da Stadio, ha fatto il punto sulla situazione bianconera.

Ecco le sue parole:

La bella partita dei giovani?
"Aldilà della sconfitta, abbiamo avuto la conferma che in casa abbiamo il futuro, la semina è partita. La faccia giusta, l'atteggiamento che serve. E ora anche un minutaggio corposo. Sono giovani, diventeranno dei campioni. Abbiamo tenuto testa a Cantù senza due americani e mezzo".
La Virtus può fare anche a meno degli americani?
"Beh, non è proprio così. A noi serve un roster completo. Abbiamo tanti giovani, ma serve anche esperienza".  
Un voto al girone d'andata della Virtus?
"Nessun voto, dico solo che al completo abbiamo 6 su 8e quando ci siamo ci siamo presentati in campo con defezioni e infortuni vari siamo a 0/7. Quindi spero solo che nel girone di ritorno si stia tutti bene, a posto fisicamente, allora magari ci divertiamo..."  
L'obiettivo?
"I playoff.
Ci credo? Sì, sono convinto che se siamo completi allora possiamo raggiungerli. Partiamo indietro, la strada è ardua, ma con qualche colpo possiamo farcela".  
Le Final Eight sfumate?
"Più che un rimpianto è una conseguenza di una situazione di continua emergenza. Abbiamo passato due mesi davvero difficili".
Un pronostico sulle Final Eight?
"Nella parte sotto direi che Siena ha la strada spianata verso la finale. Sopra il discorso si fa più complicato. Cantù sta facendo bene, Roma gioca una bellissima pallacanestro e in partita secca è l'avversaria più ostica, Varese è la capolista e poi c'è Milano: è la più forte, lo sappiamo, no?"  
La Virtus sta a guardare?
"Noi lavoriamo per il futuro".
Il presente rischia di sfuggire di mano?
"No, queste sconfitte ci serviranno ad essere più forti, non solo da qui a fine stagione, ma anche l'anno prossimo".
Abbiamo perso tempo utile?
"Allora: c'è la crisi, i soldi per investire sono pochi. Il momento è questo, inutile nasconderlo. Noi abbiamo intrapreso una strada ben precisa. E abbiamo messo in conto di perdere qualche partita in più. Diciamo che è il naturale pedaggio da pagare se vogliamo crescere".
E poi?
"E poi qualcosa succederà. Sono sicuro che questa sia un'idea vincente, che darà frutto. Con questi 4-5 ragazzi la Virtus sta costruendo la squadra di domani
Dal punto di vista dei numeri è la mia miglior stagione alla Virtus? Eppure me ne faccio poco dei numeri positivi che mi riguardano, conta la squadra e la squadra, beh, va così. Ma credetemi, sforziamoci di guardare avanti: stiamo seminando, arriverà anche il giorno del raccolto".

Giuseppe Poeta

I più letti