PalaArmani, riprendono i lavori: sarà pronto in otto mesi

Sono ripresi i lavori dopo 50 giorni di stop causa due tubi di amianto trovati nel sottosuolo
Come riportato da La Gazzetta dello Sport Lombardia, dopo 50 giorni di stop, sono ripresi i lavori di ricostruzione del vecchio Palalido. I lavori furono interrotti lo scorso 12 novembre quando vennero trovati nel sottosuolo due tubi di amianto. la data della ripartenza è stata il 27 dicembre, quando l'Asl ha concesso l'autorizzazione a riprendere le opere di demolizione, ripartendo proprio dalla bonifica dei suoli dall'amianto. Così, nei primi giorni del 2013, i lavori sono ricominciati. E il PalaArmani si è rimesso in cammino.Il cammino per la ricostruzione del Palazzo è stato molto tortuoso sin dall'inizio se si pensa che il cantiere è stato aperto nel maggio del 2011 con un investimento di 8 milioni di euro (7,4 per la ricostruzione e 600 mila euro per la demolizione del Palalido), di cui 2,4 milioni coperti dal contratto di sponsorizzazione firmato da Armani, della durata di sei anni."Tra piazzale Lotto e piazza Stuparich, dunque, èri-comparso il cartello lavori in corso: è ripartita la demolizione di quel poco che resta del Palalido per consegnare, entro il 28 febbraio, l'area alla ditta che, dal primo marzo, potrà gettare la prima pietra del PalaArmani.
"Confermiamo l'impegno di consegnare il palazzetto, chiavi in mani, a settembre, in occasione dell'inizio della prossima stagione sportiva", dice a La Gazzetta dello Sport Pierfrancesco Barletta, presidente di MiSport.

I più letti