Milano vince a Caserta 78-69

Milano vince la settima partita esterna consecutiva
L'EA7 Milano coglie la settimana vittoria consecutiva in trasferta espugnando il PalaMaggiò di Caserta col punteggio di 78-69. La Juve ha avuto il merito di lottare sino alla sirena finale nonostante la profondità del roster di Milano abbiamo iniziato a fare la differenza dalla metà del secondo quarto. Caserta è partita subito forte prendendo anche 15 lunghezze di vantaggio prima del recupero di Milano targato Keith Langford principalmente con conclusioni dalla lunetta. Nel terzo periodo, dopo aver chiuso sotto il primo tempo 41-38, Milano ha messo la freccia con una tripla del solito Langford. Preso il vantaggio i ragazzi di coach Sergio Scariolo hanno tenuto a bada i tentativi di recupero di Caserta che ha faticato contro la difesa milanese. L'ultima speranza di Caserta si è spenta ad inizio ultimo quarto sul -3 (62-65) e palla in mano dopo un antisportivo a Melli. Milano in quel frangente ha trovato la tripla di Basile, lasciato troppo solo ed ha poi replicato con Hairston chiudendo la gara.

Per Milano 21 punti di Keith Langford, 18 di Malik Hairston e 12 di Ioannis Bourousis.
In casa Caserta 15 a testa per Akindele e Jelovac.

LA CRONACA

QUINTETTI:
JUVE CASERTA: GENTILE, MAVRAIDES, JONUSAS, JELOVAC, AKINDELE

EA7 MILANO: GREEN, LANGFORD, FOTSIS, HAIRSTON, BOUROUSIS

1° Quarto: La Juve Caserta segna i primi due punti con Bourousis che fallisce l'azione di Milano commettendo passi. Bourousis pareggia ma Caserta allunga con Hairston che pareggia a 4 dalla lunetta. Akindele dalla lunetta allunga ancora per Caserta con l'EA7 che perde una palla con il duo Langford-Hairston. Jonusas porta Caserta sul +4 (8-4). Akindele si fa spazio nell'area, segna e subisce fallo e dalla lunetta porta la Juve ad 11-4. Hairston inchioda ma Jonusas segna altri due punti per i casertani. Akindele domina sotto i tabelloni e segna altri due punti in tap-in (15-6) con Scariolo che chiama timeout. Dal timeout, Caserta perde palla con Mavraides. Milano si sblocca con Marques Green da fuori ma Aklindele sotto canestro è inarrestabile e subisce il fallo di Chiotti. Il centro nigeriano fa 1/2 con Chiotti che ne segna due per Milano. Mordente dalla lunetta fa 1/2 per Caserta che va sul 17-10. Green trova Chiotti che segna altri due punti. Jonusas spara la tripla assistito da Gentile. Basile sbaglia la tripla e Gentile dalla lunetta fa 1/2 per il +9 (21-12). L'EA7 perde ancora palla con Basile che commette passi. Stefano Gentile penetra, segna e subisce fallo portando Caserta sul 24-12 dopo il libero aggiuntivo. Si chiude il primo quarto.

2° Quarto: Melli sbaglia la tripla in apertura, cosa che non fa Maresca che segna la tripla dall'angolo per il 27-12. Chiotti segna da sotto dopo aver sbagliato il primo tiro. Per Milano debutta Leon Radosevic e Hairston segna altri due raccogliendo un rimbalzo offensivo. Michelori porta a scuola Radosevic che fa fallo. Melli dall'angolo porta Milano sul -9 (27-18). Bremer commette sfondamento e Caserta segna la tripla del 30-18. Hairston segna da due e Langford dalla lunetta accorcia sul 30-22. Stefano Gentile commette antisportivo su Langford che dalla lunetta segna altri due punti. E sempre dalla linea della carità l'ex Maccabi porta Milano sul 30-26. Caserta si sblocca con Jelovac. Milano sempre dalla lunetta con Hairston accorcia. Mordente inventa un grande canestro aiutandosi col ferro. Mavraides sbaglia l'appoggio a Keith Langford segna anche dall'arco portandosi sul -3. Dal timeout esce Caserta con una tripla ma Green replica con altra tripla sbagliando quella del potenziale pareggio. Per la Juve replica Akindele ma Jonusas commette il terzo fallo ed Hairston dalla lunetta porta Milano a quota 39-36. Jelovac dalla lunetta riporta Caserta a +5. Langford sempre in lunetta porta Milano sul -3. Caserta perde palla malamente ma Fotsis sbaglia la tripla del pareggio. Il primo tempo si chiude sul 41-38.

3° Quarto: Akindele segna da due in apertura di terzo periodo ma poi perde palla. Fotsis punisce con la tripla del 43-41. Langford con la tripla dà il vantaggio a Milano a quota 43-44. Bourousis da il +3 di Milano ma Caserta accorcia da sotto. Bourousis segna altri due ma poi si prende un antisportivo. Maresca segna i due liberi. Per Milano Langford entra e segna altri due per il 47-50 Olimpia. Hairston porta Milano sul +5 ma Caserta perde un'altra palla con Michelori che commette passi. Milano vola sul +6 ma Jelovac da tre accorcia. Sempre Jelovac protesta animatamente dopo un contatto dubbio e si prende il tecnico. Milano con 4 liberi va sul +8. Langford è inarrestabile e segna il +9. Jelovac fa 0/2 dalla lunetta ma si riscatta con una penetrazione. Bourousis segna ancora dalla lunetta ma affonda troppo la schiacciata e si prende un tecnico. Caserta accorcia sino al -6 ma Green dall'arco spara la tripla del +9 che fissa il punteggio sul 58-65 con cui si chiude il terzo quarto.

4° Quarto: Jelovac segna il -5 in apertura ultimo periodo. Le due squadre commettono una serie di errori e Melli fa un fallo antisportivo con Scariolo che chaima subito timeout. Gentile dalla lunetta accorcia sino al 62-65. Basile segna la tripla e Milano allunga con Hairston. Caserta dalla lunetta riporta Caserta a -6 ma Milano allunga ancora sul 64-72. Melli segna un libero e Jelovac da sotto segna due punti. Il gioco a due Bremer-Radosevic permette a Milano di allungare sino al +9 (66-75) con 4 minuti da giocare. Akindele segna, si appende al ferro e si prende il tecnico. Milano allunga fino al 69-78 con cui si chiude la gara.

I più letti