Infermeria piena per Brindisi alla vigilia della partita contro Siena

Piero Bucchi

Piero Bucchi

Infortuni da ambedue la parti con Brindisi che però rischia di giocare con 4 giocatori in meno. 
Che la partita contro i Campioni d’Italia del Montepaschi Siena fosse difficile era cosa nota ma con una infermeria piena le cose per l’Enel basket Brindisi diventano ancora più ardue. 
All’acciaccato Jeff Viggiano che ancora non ha smaltito i postumi dell’infortunio in allenamento della scorsa settimana e riacutizzatosi durante la trasferta di Varese di domenica scorsa si è aggiunto capitan Klaudio Ndoja anche lui alle prese con una distorsione alla caviglia che lo aveva visto stringere i denti in terra lombarda. 
Come se non bastasse Matteo Formenti si è fermato precauzionalmente durante l’allenamento di mercoledi sera e, dulcis in fundo, Robert Fultz vittima durante una sessione di tiri del venerdi mattina di una leggera “scavigliata”. 
Dei 4 l’italo americano quasi sicuramente non sarà della partita lunedi sera contro Siena (diretta tv su Sportitalia2 e LA7D dalle 20.30) mentre per gli altri 3 le condizioni saranno valutate nella giornata di domani anche se si spera in un loro utilizzo anche se limitato.
”Sono 2 settimane che lavoriamo con vari giocatori infortunati – esordisce coach Bucchi in conferenza stampa – ed in queste condizioni non si lavora bene. In questo periodo tante squadre lamentano vari infortuni a testimonianza delle fatiche del campionato che si fanno sentire e forse del freddo del periodo”. 
Il coach bolognese guarda avanti e pensa alla difficile partita contro i mensanini. 
“La partita sarà difficilissima contro una squadra attrezzata per fare l’Eurolega. Noi sino ad oggi abbiamo sempre messo impegno e voglia ed anche se il periodo è difficile cercheremo di far valere il fattore campo e l’apporto del nostro pubblico sarà fondamentale. Loro anche senza Ress e, forse Ortner, hanno un roster lunghissimo pieno di tanta gente forte”. 
Ma le fatiche di Eurolega potranno farsi sentire nelle gambe e nella testa dei Campioni d’Italia? 
“Chi gioca in Europa fa fatica a giocare 2 partite alla settimana nei primi periodi mentre ora le Coppe aiutano a trovare quei ritmi gara. In tal senso Siena sicuramente verrà concentrata e sarebbe un delitto da parte nostra pensare che loro potrebbero venire con la mente altrove”. 
Il coach poi si sofferma sulle prossime gare dell’Enel. 
“Brindisi in questo momento ha un calendario difficilissimo. Dopo Milano e Varese affrontiamo Siena per poi giocare contro Cremona che è una squadra completamente diversa da quella dell’andata per proseguire con Cantù e Venezia. Lo sapevamo ed è giunto il momento di stringersi tutti intorno alla squadra e di remare nella stessa direzione”. 
La gara di lunedi sarà diretta dai sigg. Lamonica, Weidmann e Bettini . Ci sarà, nemmeno a dirlo, il solito tutto esaurito al Palapentassuglia di Brindisi con la speranza, da parte dei padroni di casa, di fare lo sgambetto ai pluriscudettati toscani. Un sogno molto difficile perché la compagine di coach Banti non vorrà perdere ulteriore terreno per cercare di agganciare la vetta della Cimberio Varese realtà ormai consolidata di questo emozionante campionato. 
Piero Bucchi

I più letti