Brindisi - Siena giocata in sala stampa

Piero Bucchi

Piero Bucchi

Coach Banchi visibilmente tirato in conferenza stampa. 
Terza sconfitta consecutiva in trasferta in campionato che fanno da contr'altare al bel periodo in Eurolega. 
"Complimenti a Brindisi - esordisce il coach toscano - che ha fatto una grande partita consistente e piena di energia. Noi abbiamo avuto un buon avvio ma ci siamo un po' smarriti nella parte finale del periodo. Poi la partita è stata abbastanza equilibrata sino alla fine quando, nell'ultimo quarto abbiamo volutamente abbassato il ritmo. Ci sono stati negli utlimi 5 minuti alcune azioni roccambolesche e Brindisi è tornata a contatto grazie sopratutto alla consistenza dei vari Simmons , Robinson etc... Gli ultimi 5 minuti sono stati per noi un po' complicati e con il bonus a favore di Brindisi abbiamo difeso con meno aggressività. Brava Brindisi a sfruttare questo ed altri piccoli vantaggi ed a portare meritatamente a casa la partita". 
Bucchi entra in sala stampa tra gli applausi dei presenti. Forse ancora non sa che da oggi non si parlerà piu' della vittoria della Bartolini Brindisi sul Billy Milano di 30 anni fa ma della impresa della Bucchi band di stasera. 
"Grazie degli applausi che ovviamente giro a tutta la squadra per quanto fatto stasera. E' stata una bella serata di sport ed un buono spot per il basket". 
Ovvio per il coach bolognese non pensare alle difficoltà di un match giocato con 3 infortunati. 
"La partita non è stata facile. In tanti hanno giocato tanti minuti e forse per qualcuno è stato piu' facile. Bravi a saper soffrire e grande spirito di abnegazione. Non abbiamo mai mollato ed abbiamo avuto buoni risultati dalla varie zone messe in campo che hanno rallentato il loro gioco. Qualcuno come Zerini si è sacrificato in ruoli non suoi ma alla fine sono 2 punti importanti anche in funzione dei problemi di organico e del non sapere quando avrò tutti a disposizione. Allenarsi senza 3 giocatori snatura la qualità degli allenamenti". 
Non vuole parlare dei singoli stasera ma ovviamente qualcuno gli chiede di Simmons, Fultz e Reynolds. 
"Cedric bene a rimbalzo ma piano piano sta riprendendo una buona forma. Robert ha giocato bene ed ha dato ordine alla squadra mettendo una bomba importante in un momento delicato. Reynolds ha giocato bene e sta dimostrando il suo valore". 
Ora occhi aperti per la prossima sfida sul difficile campo di Cremona della prossima settimana. 
Piero Bucchi

I più letti