Virtus, il punto della situazione

La Virtus del febbraio 2013 non sta passando un bel periodo, e decisamente potrebbe essere in uno dei momenti più delicati della propria storia, per due motivi.

Il primo motivo è tecnico, ed è presto detto. Ci sono sette sconfitte consecutive e una classifica preoccupante. L’unico modo per evitare guai è mettere al più presto una vittoria nel carniere. E la partita di domenica contro Montegranaro è di quelle che non si possono sbagliare a questo punto. Oltretutto la squadra di coach Recalcati ha qualche problema con gli americani, con Slay infortunato e Steele che domenica scorsa non è andato a Sassari per stare vicino alla moglie che stava partorendo, cosa che la società non ha preso benissimo. Fatto sta che in ogni caso l’avversario è alla portata della Virtus, e la partita va vinta ad ogni costo, sperando di essere al completo - e dovrebbe essere così, dato che Moraschini ha avuto un problemino ma non è in dubbio - e che (e ormai sta diventando un mantra da ripetere ogni volta) anche gli americani diano un contributo tangibile alla causa. 

E questo porta al secondo punto delicato. Le dichiarazioni di Hasbrouck fanno quantomeno pensare. E se a tali parole sommiamo quelle di Koponen di dicembre e la successiva risposta di Sabatini che ha ammesso un piccolo ritardo, e se vogliamo anche l’immobilismo sul mercato, il quadro complessivo - pur senza certezze di alcun tipo - non pare mostrare una situazione esattamente florida, ecco. E ovviamente visti i precedenti cittadini per un tifoso è abbastanza facile preoccuparsi e spaventarsi.
La società è quindi chiamata a dare un segnale, e va ricordato ancora una volta: da qualche mese la Virtus non è più della famiglia Sabatini, ma è passata ufficialmente nelle mani della Fondazione Virtus, che raduna tifosi facoltosi e imprenditori tra i più noti di Bologna.
Ed è la Fondazione che a questo punto dovrebbe fare chiarezza, dando a città e tifosi - oltre a un parere sulla gestione tecnica - certezze o meno per quel che riguarda il futuro della Virtus, per la fine di questa stagione ma soprattutto per la prossima.
Virtus - Montegranaro, intanto, si gioca domenica alle 18.15 alla Unipol Arena. Prima della partita, dalle 16 alle 16.45, vi sarà un momento di confronto tra tutti i tifosi interessati, promosso dai Forever Boys.

I più letti