La Scavolini prende la mira sulla Montepaschi

Che sfida lunedì nel posticipo. Occhio alle bombe da tre, oltre agli ex Hackett e Ress.

In attesa di vedere se il mercato proporrà altre occasioni per chiudere il vuoto nel ruolo di ala grande, la Scavolini Banca Marche ieri è tornata ad allenarsi in palestra. Gli uomini di coach Zare Markovski hanno lavorato nel primo pomeriggio a Baia Flaminia e oggi saranno attesi da una doppia seduta. Il torneo disputato la scorsa settimana a San Martino di Lupari, in Veneto, ha dato ulteriori indicazioni positive e ha confermato la crescita di questa Vuelle che lunedì sera alle 20 ospiterà all'Adriatic Arena i campioni d'Italia della Montepaschi nel posticipo della quarta giornata di ritorno. I senesi domenica hanno vinto la Coppa Italia grazie a un Daniel Hackett semplice- mente fantastico, il quale sarà l'ex della gara insieme a Tomas Ress. Il match di andata a Siena si concluse con la vittoria dei padroni di casa per 65-60, a causa di alcune scelte avventurose in attacco, supportate purtroppo anche da errori banali della Vuelle che riuscì a tenere in mano quella partita per circa trenta minuti. Rispetto a quella partita, oggi la Montepaschi è sicuramente più squadra e non ha più nel suo roster il lungo Mario Kasun e la guardia ala statunitense Marcelus Kemp, il quale era assente anche nel match di andata. Entrambi i giocatori non sono stati rimpiazzati, a causa del taglio di budget operato ad inizio stagione. La squadra toscana allenata da coach Luca Banchi basa gran parte del suo gioco sul tiro dalla lunga distanza ed è praticamente incontenibile nelle serate in cui riesce ad avere grandi percen- tuali da fuori, mentre in caso contrario ci si può giocare quasi ad armi pari. I numeri a livello di squadra dicono che Siena è il decimo attacco del campionato con una media di 76,7 punti a serata, mentre la Scavolini Banca Marche è quindicesima con 71,2. Nel tiro da due punti le squadre si equivalgono, con la Vuelle nona con il 51,2% e i campioni d'Italia decimi con il 51%. Nelle conclusioni dalla lunga distanza la Mps è la seconda miglior squadra del campionato con il 39%, mentre i ragazzi di coach Markovski sono undicesimi con il 33%. Nella media rimbalzi offensivi è avanti la Vuelle con 8,7 contro 8,6, mentre in quelli difensivi e nei totali è in vantaggio Siena. Nella valutazione di squadra, Hackett e compagni sono invece settimi con 79,2 a partita, mentre Flamini e soci sono quattordicesimi con 69,4.

I più letti