Troy Bell è a un passo dalla Trenkwalder

Ieri il giocatore è arrivato a Reggio dalla Sicilia, manca solo la firma.

l mercato della Trenkwalder si è improvvisamente acceso. Troy Bell è vicinissimo a indossare nuovamente la casacca reggiana. Il tutto ha riacceso l'entusiasmo dei supporter reggiani che desideravano da tempo l'aggiunta di un giocatore con tanti punti nelle mani che potesse dare una mano a Donell Taylor, prima troppo solo sul fronte offensivo della formazione di Max Menetti. Lo stesso giocatore aveva dichiarato lunedì a Prima Pagina che la soluzione era a lui gradita e che le società stavano intensificando i contatti per provare a far sì che si concretizzasse il ritorno della guardia che aiutò la squadra del 2011 a raggiungere una insperata salvezza in Legadue. La notizia delle ultime ore è che la trattativa con la guardia USA, atteso a Reggio nella serata di ieri, si è sbloccata; questo grazie alla possibile cessione di Dominic James, in modo da non gravare con un altro giocatore sul bilancio della società di via Martiri della Bettola. Il tutto ha iniziato a sbloccarsi nella serata di lunedì: il Paok Salonicco, formazione della città che aveva ospitato Dominic James sull'altra sponda, quella degli arcirivali dell" Aris, si è fatta viva con il procuratore per tappare la falla creatasi con la cessione di McGrath allo Zalgiris. Ebbene, la trattativa tra la formazione greca e il play promesso sposo è in fase avanzata e ieri lo stesso Bell ha preso l'aereo che dalla Sicilia porta a Bologna, per poi arrivare a Reggio. La cessione di James era vincolo primario all'approdo di Bell in maglia reggiana e il giocatore non aveva nascosto il suo disappunto per come si stava evolvendo il suo minutaggio in maglia biancorossa. Anche la stampa di Barcellona Pozzo di Gotto ha confermato che il giocatore è praticamente della Trenkwalder, destinazione gradita come da lui stesso sostenuto, aspetto che ha fatto repentinamente crollare le possibilità dell'altra pretendente, cioè Trento, formazione di Legadue rimasta in corsa fino alla giornata di lunedì. Il procuratore dell'atleta (lo stesso di James) ha fatto melina, come logico che sia, e la società altrettanto, ma per il ritorno del giocatore che permise alla Trenkwalder di salvare la sua storia professionistica due anni or sono è davvero questione di ore.

I più letti