Juvecaserta, la stagione è a rischio

La JuveCaserta è impegnata questa settimana su due fronti "caldi" con l'importante impegno di domenica prossima del Pala-Rossini di Ancona con Montegranaro dell'ex coach della nazionale Recalcati e dell'ex di turno Di Bella, e la delicata questione societaria, con l'imminente ricapitalizzazione.

In gioco c'è il futuro della società, con circa 400mila euro da sborsare subito o quasi, per far fronte alle prossime spese, alle tasse e agli stipendi. L'arrivo di uno sponsor importante o di qualche imprenditore sarebbe un toccasana, ma all'orizzonte almeno al momento, non si vede nulla di concreto a meno di sorprese: ore febbrili, tanti contatti, per scongiurare l'ennesima crisi. E presidente Gervasio, è stato chiaro: «È da tempo che stiamo cercando partner per la conduzione societaria sia a livello di diretto inserimento negli organi societari, sia attraverso sponsorizzazioni. In questi ultimi mesi, a prescindere dal supporto di un gruppo di amici e appassionati che ci è stato vicino nel limite delle rispettive possibilità, abbiamo avuto tanti incontri con istituzioni, politici ed imprenditori. Fino ad oggi tutto ciò non si è tradotto in fatti concreti, né sappiamo se a breve si potranno concretizzare. Incombe, intanto, la necessità di ricapitalizzare la società e di far fronte alle ulteriori spese necessarie per la prosecuzione di una stagione improntata al massimo risparmio ma comunque onerosa e non sopportabile esclusivamente con le forze dei soci attuali. Certo, entro il 15 compiremo l'ulteriore sforzo della ricapitalizzazione evitando la messa in liquidazione della società e tutte le ovvie conseguenze che ne deriverebbero, ma questo non potrà rassicurare l'ambiente su una serena conclusione della stagione attuale, né sulla necessaria e debita programmazione futura, che deve già iniziare».

I più letti