Importante vittoria di Venezia su Brindisi

Umana Reyer - Enel Brindisi 76-68
L'Umana Reyer si aggiudica una partita importantissima nella corsa playoff e si porta così sul 2-0 anche con Brindisi oltre che con Reggio Emilia.
Punteggio bassissimo nel primo quarto frutto di difese arcigne e di tanti errori su ambo i fronti. 
Mazzon parte con Clark, Young, Diawara, Szewczyk e a sorpresa Marconato. Szewczyk apre le danze con 5 punti di fila. Brindisi non sta certo a guardare e al 3' é 7-6. Qualche palla persa di troppo da parte degli orogranata consente agli ospiti di pareggiare i conti con Gibson e sorpassare con Reynolds. Al 5' é 7-13.
Il pubblico si scalda per due falli in attacco chiamati all'Umana Reyer. Mazzon chiama time our per riorganizzare le idee. Viggiano "francobolla" Diawara, mattatore della gara d'andata, costringendolo ad una nuova palla persa ed è il primo canestro di Magro a sbloccare la situazione (9-13).
Grant porta Brindisi sul +7 in apertura di seconda frazione con 2 schiacciate. Risponde l'Umana con due contropiedi che portano il punteggio sul 14-17. E' Bucchi allora a chiamare time out.
Nonostante qualche rimbalzo offensivo concesso agli ospiti l'Umana trova il pareggio con la tripla di Szewczyk al 12'40" (17-17).
Il dinamismo e l'agilità dei lunghi ospiti fanno sempre male nell'area dell'Umana Reyer che però trova il sorpasso con una incredibile bomba di Bulleri che poi replica dalla lunetta (22-21). Szewczyk e Magro costruiscono il +4.
Il lungo padovano si batte come un leone sotto le plance buttandosi su ogni pallone. A 16'30" gli arbitri sanzionano il terzo fallo a Young che viene così richiamato in panchina. Si registra poi l'esordio casalingo per Candussi che va subito a prendersi uno sfondamento da Robinson (suo terzo fallo personale) tra gli applausi del pubblico. Sono invece una tripla di Diawara e il canestro di Bowers a valere il +5 di una partita molto spezzettata.
Nel giro di un minuto Brindisi annulla lo svantaggio e si va negli spogliatoi sul 35-33.
L'Umana si porta sul +4 in apertura di terza frazione (39-35). L'assist di Clark permette poi a Diawara di realizzare il 43-37, poi é il folletto dal doppio passaporto Usa-Bulgaro a infilare il 45-37 al 25' che costringe Bucchi al nuovo time out. Clark firma anche il +10 (47-37) al 26'.
Poi é Szewczyk a realizzare la tripla del +11. Un gioco da tre punti di Simmons permette peró subito a Brindisi di respirare. Ancora il polacco orogranata si rende prezioso sotto le plance (53-42 con canestro e fallo subito) e Bucchi chiama nuovamente time out. Simmons risponde con la stessa moneta. Bastano un paio di errori e Brindisi é di nuovo lí a -7 (53-46 a 1'10" dalla penultima sirena). Ma il terzo quarto si chiude sul 57-46 propiziato da Magro e Bowers. Bulleri tiene l'Umana sul +11 in apertura di ultima frazione. Ma Brindisi risponde con la tripla di Reynolds. La Reyer prova ad abbassare i ritmi. A 6'34" dalla fine sul 61-53 Mazzon rimette in campo Clark, Szewczyk e Diawara.
A 5' dalla fine sul +7 arriva il quarto fallo per Young. Brindisi ne approfitta per avvicinarsi (63-58) e l'Umana Reyer chiama time out.
A 3'30" dalla fine é solo +4. A 2'45" dal termine Young fa due su due per il 66-60.
Poi è Clark a mettere la bomba del +9. Ancora lui firma anche il +11 e chiude virtualmente i conti.

Umana Reyer - Enel Brindisi 76-68
Parziali: 10-13; 35-33; 57-46
Umana Reyer: Clark 15, Bulleri 10, Diawara 7, Marconato 4, Zoroski ne, Szewczyk 19, Young 2, Bowers 2, Rosselli, Magro 7, Hubalek ne, Candussi. All. Mazzon
Enel Brindisi: Viggiano, Robinson 6, Reynolds 14, Formenti, Fultz 4, Ndoja 8, Simmons 13, Zerini ne, Gibson 13, Grant 10. All. Bucchi 

I più letti