Luca Banchi: "Campionato, un periodo poco buono"

Coach Luca Banchi commenta la gara del Mediolanum forum.

Non riesce ancora a sfatare il tabù delle partite in trasferta in campionato la Montepaschi Siena che non ha ancora vinta lontano da casa nel girone di ritorno cadendo per la terza volta in fila dopo i ko di Brindisi e Pesaro. "Purtroppo dobbiamo archiviare un'altra sconfitta - dice coach Luca Banchi - è un periodo non buono in campionato, in trasferta non riusciamo ad avere cinismo per mantenere il vantaggio. Nel finale ci possono essere anche delle recriminazione da fare, ma è oggettiva anche l'analisi di una troppa discontinuità di rendimento nell'arco del match che ci è costata la partita". L'allenatore bian-coverde poi entra nel dettaglio: "Un numero così alto di palle perse (14 a fronte di soli 5 recuperi, ndr) e di tiri liberi sbagliati (18/31 alla fine, ndr) sono purtroppo sintomatici della partita che abbiamo fatto. Nel secondo quarto avevamo preso l'inerzia della partita in mano subendo solo tre punti dall'Olimpia, ma poi ad inizio ripresa abbiamo concesso loro di rientrare emotivamente in partita in modo troppo veloce". Poi Banchi inizia a parlare, però, dell'episodio che a suo parere ha condizionato la partita, il contatto che Sanikidze ha subito prima di perdere il pallone dopo averlo recuperato sul -1 a 12" dalla fine. L'allenatore senese è deciso: "Eravamo arrivati dove volevamo con il fallo sistematico, recuperando anche il pallone sotto di un punto, ma non si può negare l'evidenza di un fallo commesso per fermare l'azione del nostro giocatore e da quello si è generato tutto. Poi sono arrivati anche le fischiate di fallo antisportivo che hanno mandato più volte in lunetta i giocatori di Milano, ma non potevo chiedere dei contatti diversi ai miei ragazzi. Certo nel secondo caso (fallo a gioco fermo, ndr) il regolamento non dà scampo, era successo anche a Pesaro, ma secondo me non è corretto". Al di là delle polemiche comunque Banchi ritorna sulla totalità della partita: "Per vincere una partita come questa serve una diversa disciplina perchè abbiamo sbagliato tantissimi tiri aperti ben costruiti, ma non sfruttati. Alla fine ce la siamo giocata per episodi e ritengo che in questi siamo stati un po' penalizzati. Ci sono, però, persone atte a giudicare, ma devo dire che mi dispiace perchè poi quell'episodio su Sanikidze ha avuto un peso evidente nel finale di partita".

I più letti