Molin: "Decisivo il parziale nel secondo quarto"

Lele Molin

Lele Molin

Il coach della FoxTown, Lele Molin, commenta così la sconfitta della sua formazione ad Avellino: 
"Nonostante avessimo iniziato bene il match, con un attacco controllato e una discreta consistenza difensiva, nel secondo quarto, quando sono stato costretto per ragioni di falli a cambiare giocatori in campo, abbiamo subito un break di 17 a 0 che ha rovesciato l'inerzia della partita. Un parziale significativo per i padroni di casa più dal punto di vista psicologico che per il risultato visto che il match è stato aperto fino agli ultimi tre minuti. La situazione mentale della Sidigas, che era in grossa difficoltà, è cambiata e questo ha concesso ad Avellino di disputare una partita con molta più fiducia trascinata da Lakovic che ha tirato con percentuali eccellenti".
"Noi - ha continuato l'allenatore della Pallacanestro Cantù - non siamo riusciti a sfruttare la nostra fisicità. Lo dimostrano le statistiche, ossia sia il numero di rimbalzi in attacco che Avellino è riuscita a prendere, anche se avremmo dovuto avere teoricamente un vantaggio di statura e atletismo, sia la nostra percentuale di tiro da due, soprattutto nella seconda parte della gara".
"Complimenti ad Avellino. Noi sicuramente - ha concluso coach Molin - abbiamo fatto un passo indietro, soprattutto nell'aspetto di essere una squadra nei momenti difficili. La nostra formazione sta cercando di metabolizzare questo nuovo assetto. Il problema è che oggi Mancinelli ha palesato dei limiti di forma fisica e questo un po' ci ha condizionato. Credo però che non sia giusto parlare dei singoli perchè il parziale che abbiamo subito di 17 a 0 è una cosa di cui siamo tutti responsabili". 
Lele Molin

I più letti