L'amministratore Lardinelli: "Jesi orgogliosa di questa Fileni"

L'amministratore unico dell'Aurora Basket, Altero Lardinelli, si gode il successo per un solo punto (78-77) della Fileni Bpa su Forlì in un PalaTriccoli infuocato dalla corposa presenza dei sostenitori ospiti, con tanto di sgradevoli episodi finali da parte di qualche esagitato supporter forlivese. Era capitato anche l'anno scorso.

"Restano il bel clima e la rivalità -dice Lardinelli -. Resta una squadra che senza un americano (l'espulso Griffin - ndr) per tre quarti di gara ha dato qualcosa in più per arrivare al successo. Io credo che Jesi dovrebbe essere orgogliosa di continuare ad avere una squadra in serie A e dovrebbe stringersi sempre di più intorno a questi ragazzi". Determinante, per far volgere d'arancioblù il finale di gara, il peso sugli episodi di capitan Maggioli, autore degli ultimi quattro punti del sorpasso involata. "Di Maggioli sappiamo tutti cosa possa significare in questo campionato - commenta Lardinelli -. I numeri dicono che è il primo del campionato per valutazione, il terzo per punti, il quarto per rimbalzi e stoppate. L'unico italiano della Legadue a questi livelli, è la sua migliore stagione da quando è a Jesi, migliora con gli anni come il buon vino". C'è chi pensa che un contratto importante come quello di Maggioli, nel quadro di un budget come quello dell'Aurora, sbilancia eccessivamente le forze all'interno dell'organico, in fase di costruzione della squadra. "Io preferisco avere un giocatore che garantisce quel che può garantire Maggioli, piuttosto che più elementi che insieme non danno quanto lui. Negli ultimi anni, quando abbiamo rinunciato a Maggioli, e con un budget più alto, il risultato è stato arrivare penultimi. Ma è una mia valutazione personale, nel concreto sono scelte che toccano ad allenatori e direzione sportiva". Intanto la Fileni Bpa insegue i playoff. "Sono a due punti e dobbiamo incontrare tante che ci precedono - conclude Lardinelli -. Ostuni lo scorso anno ci arrivò all'ultima giornata, dopo essere sempre stata a fondo classifica. Perché non sperarci noi?".

I più letti