Cantù, l'ok dei cinesi: Lenovo sponsor

Domani a Cremona, Cantù sarà ancora sponsorizzata Fox Town per la seconda partita di quella che doveva essere un pacchetto di quattro, ma poi dal prossimo match casalingo in avanti si cambierà di nuovo.

Per la terza volta quest'anno. L'accordo con il factory stores avente sede in Svizzera prevedeva infatti un passo indietro da parte del partner elvetico qualora il club avesse nel frattempo chiuso positivamente le trattative in atto con il nuovo sponsor. Ebbene, ieri da ambienti molto vicini alla società biancoblù (la quale peraltro non conferma né smentisce) si è venuto a sapere che le parti avrebbero perfezionato un contratto di partnership che sarà ufficializzato la prossima settimana. E, come avevamo anticipato da queste colonne, c'è la conferma che il nuovo sponsor della Pallacanestro Cantù sarà Lenovo, multinazionale cinese numero due al mondo nella produzione di personal computer (notebook e desktop) e il cui general manager South region Consumer business è Giuseppe Finocchiaro. Già, proprio l'alto dirigente che una decina di anni fa aveva portato in Brianza la sponsorizzazione Oregon Scientific. A favorire i contatti tra Finocchiaro e la proprietà Cremasco-li dovrebbe essere stata la famiglia Corrado, rimasta sempre molto legata al manager catane-se nonché in ottimi rapporti con gli attuali vertici della pallacanestro canturina. Il marchio Lenovo comparirà sulle maglie a partire dalla gara interna di domenica prossima contro Pesaro.

I più letti