Frank Vitucci: «Varese e Sassari? Simili ma non uguali»

Il coach della Cimberio Varese presenta la sfida contro il Banco di Sardegna Sassari.

La Cimberio Varese si avvicina allo scontro al vertice di domenica sera (diretta Rai Sport 1 dalle ore 20:00) che la vedrà di scena in Sardegna contro Sassari seconda in classifica.

I ragazzi di coach Vitucci sembrano aver ritrovato il feeling con il canestro di inizio stagione oltre ad avere avuto finalmente risposte più che confortanti da Adrian Banks e ad aver rimesso sul parquet Bruno Cerella. Non al meglio il capitano Ebi Ere alle prese con una leggera distorsione alla caviglia che però non gli precluderà la possibilità di disputare la sfida.
Coach Frank Vitucci presenta la partita. 
“Le due società stanno facendo entrambe una stagione importante e spero che la partita di domenica sia un bello spot per il nostro sport. Non siamo uguali ma ci sono delle somiglianze tra noi e loro. Loro spingono molto in attacco perché sanno di avere qualità in più rispetto agli avversari. Noi cerchiamo di equilibrare maggiormente le due fasi dovendo a supplire ad una minor dose di talento offensivo con la difesa. Dovremo fare una partita difensivamente attenta in quanto Sassari è una squadra che ha i migliori numeri offensivi del campionato e che soprattutto sa punire con grandissima abilità gli errori dell’avversario. Ogni possesso sarà estremamente importante. Mi aspetto che i miei facciano vedere ulteriori miglioramenti. Lo spirito è buono”.
“Ebi sta meglio. Non è al 100%, ma oggi si è allenato e sarà sicuramente della partita”.
“L’occasione è ghiotta. In caso di vittoria metteremo 4 punti tra noi e loro con gli scontri diretti a favore. La partita di domenica avrà quasi lo stesso significato di quella dell’andata. Oggi, dopo tutte queste giornate, siamo ancora lì in alto assieme nonostante le malelingue che prospettavano un nostro crollo. Varese e Sassari sono due realtà importanti che si sono guadagnate sul campo il rispetto. È vero che Siena, Cantù e Milano sono state costruite per vincere e hanno i mezzi per farlo, noi siamo stati costruiti per sfidarle e ci stiamo provando”.
“Vorrei ringraziare l’Or.Ma. Malnate per l’ospitalità. Sono stati molto gentili con noi. Un ultimo pensiero vorrei dedicarlo a Sara Anzanello che sta vivendo un momento difficile sperando che possa risolvere questa brutta situazione”.

I più letti