Brindisi, Puglisi: "Non siamo preoccupati la squadra saprà riprendersi"

Santi Puglisi

Santi Puglisi

Il general manager dell'Enel Brindisi presenta la partita con Avellino:«Si sono rinforzati».

Mentre la squadra di Piero Bucchi lavora finalmente al completo in vista di una Sidigas Avellino, che sarà orfana probabilmente di Jaka Lakovic, Santi Puglisi, General Manager della New Basket Brindisi, non è affatto preoccupato dei risultati ottenuti nell'ultimo mese e non è d'accordo con chi storce il naso davanti a questo periodo poco felice. La stagione dell'Enel Brindisi, in un campionato equilibratissimo e pieno di sorprese, rimane esaltante e può finire nel migliore dei modi con lo storico accesso ai playoff. La squadra di coach Pancotto, arriva al palasport di Contrada Masseriola con un biglietto da visita interessante. Quattro vittorie nelle ultime quattro gare, fanno dei biancoverdi una delle formazioni più calde del girone di ritorno. Roster stravolto per metà rispetto all'andata e l'ingaggio di un "top player", che risponde al nome di Jaka Lakovic. Proprio il play sloveno ex Regal Barcellona e Panathinaikos, è in dubbio per la partita contro la New Basket, a causa di uno stiramento che lo ha costretto la scorsa settimana a saltare la sfida con Biella. Le sue condizioni saranno valutate in questi giorni, anche se l'idea è quella di preservare la stella biancover-de. Da stabilire se si tratta di ice o semp pretattica di un problema reale. In casa New Basket si lavora duramente per centrare una vittoria che metterebbe alle spalle questo momento negativo in cui mancano soprattutto i risultati e metterebbe a tacere qualche malcontento che trapela in città. Proprio su questo momento "no" , Santi Puglisi, General Manager dei bianco-azzurri e icona del basket italiano, ha espresso il suo parere, provando a scacciare via polemiche inutili, esaltando la stagione fin qui disputata dalla squadra di Piero Bucchi. Santi Puglisi, momento importante per la New Basket Brindisi. Come ha visto i ragazzi durante gli allenamenti in settimana? Molto bene direi. Si sono allenati tutti con grande intensità e con molta concentrazione. Cosi come hanno sempre fatto sino ad ora. Oggi (ieri per chi legge) è stata svolta una doppia seduta di allenamento. Per nostra fortuna non ci sono stati grossi problemi e ho visto i ragazzi molto carichi. La squadra è reduce da quattro sconfitte consecutive. Come giudica questo momento, in cui la vittoria manca da un po' di tempo? Non sono affatto preoccupato. Davvero. E non lo sono mai stato. Questo campionato ci ha ormai abituato a dei risultati a sorpresa ogni domenica. E' un torneo molto equilibrato e molto divertente. Ad inizio campionato credo che nessuno poteva immaginare che la Vanoli Cremona avrebbe vinto sul campo dell'Olimpia Milano. Stiamo facendo un ottima stagione, siamo una neopromossa e ad oggi abbiamo una posizione di classifica che ci permette di fare un pensierino anche ai playoff. Non c'è motivo di essere preoccupati. Sono un po' dispiaciuto per certe critiche eccessive piovute sulla squadra. Non capisco come ci si possa lamentare, dopo quanto visto sino ad oggi. Non mi è piaciuto il delirio di onnipotenza e la premeditazione che c'è stata in questo periodo. E' stato solo un caso che abbiamo perso quattro partite di fila. Ce la siamo giocata con tutte sino alla fine, ci stava anche di poterle vincere tutte, come di vincerne due e perderne altrettante. Di certo se avessimo perso quattro partite in momenti diversi non ci sarebbe stato tanto clamore. Eppure sono sempre quattro sconfitte. Stiamo pagando il calo di forma di qualche elemento che sta tirando il fiato, dopo aver speso tanto in precedenza. Una cosa normalissima che capita a tutti. Domenica a Brindisi arriva Avellino. La squadra di Pancotto, che ha cambiato molto l'organico, viene da quattro vittorie consecutive e sono in un ottimo momento di forma. Solitamente il girone di ritorno è sempre più difficile perché tutte le squadre cambiano qualcosa. Tutte le società che navigavano in brutte acque hanno stravolto il proprio roster. Avellino è una di queste. Cosi come Biella che oggi ha un quintetto molto forte. E' vero che la Scandone attraversa un ottimo momento ma come dicevo in precedenza, mai come in questo torneo regnano l'equilibrio e i risultati a sorpresa. Ogni pronostico è aperto, non ci sarebbe da meravigliarsi se vincessimo di venti punti domenica. Un ultima domanda, Puglisi, crede che quello che è successo in settimana a proposito di Reynolds possa aver turbato un po' la squadra? Assolutamente no! Questa è stata solo una goliardata e di conseguenza nessuno ci ha pensato più di tanto.

Santi Puglisi

I più letti