Drake Diener lancia Sassari: "E' bello continuare a vincere"

Drake Diener

Drake Diener

E' Drake Diener a presentarsi in sala stampa al Pala Serradimigni per il consueto appuntamento con i giornalisti e fare il punto della situazione sulla stagione biancoblu, sul presente di una Dinamo Banco di Sardegna capolista, sul suo momento e sui prossimi impegni in campionato del roster di coach Sacchetti.

Un flash sul recentissimo passato, sulla sfida da primato alla capolista Varese: «Loro hanno grande talento e buona chimica, oltre ad un grande allenatore: questa combinazione è vincente. Tutte e due le squadre però hanno questi punti di forza. È stata una sfida fra due vere e grandi squadra, per questo la classifica dice che siamo le due migliori in Italia in questo momento. Un match molto fisico, su di me hanno difeso tosto, ma per noi l'importante era opporre loro la stessa intensità. Passi sull'ultima azione? Mi dispiace si parli di queste cose negative e non del grande tiro di Bootsy, sono cose che capitano però, è il basket». In cosa può migliorare ancora la Dinamo? «Per noi è sempre bello quando, anche non tirando bene, riusciamo a vincere. Normalmente accade che se abbiamo buone percentuali portiamo a casa il risultato, ma non è sempre possibile. Allora, quando le cose vanno in modo differente, occorre prendere rimbalzi, difendere, mettere in campo l'orgoglio - continua il cecchino che, in passato, ha vestito la canotta anche di Avellino e Capo d'Orlando. Puntando chiaramente a vincere. Aumentano le attese, bhe noi non vogliamo confermarci e migliorare, abbiamo altre sette partite da giocare e questo campionato non è finito. I playoff si giocheranno a sette gare, vincerne quattro contro team come Milano o Siena è davvero complicato, occhio anche a Varese: una situazione molto strana, da valutare vivendola». Il magic moment biancoblu e di ManDrake Diener continua... «Il mio momento? Nelle ultime due gare non sono contento di come ho tirato, ma per me è sempre fondamentale anche quando non vado a bersaglio fare qualcosa d'altro per la squadra. Prima della gara coach Sacchetti ci ha chiesto difesa e rimbalzi, io per essere una guardia a rimbalzo me la cavo, ed allora io e i miei compagni proviamo a fare ciò che lui ci chiede. Il nostro pubblico sempre al top, non è certo una sorpresa, giocare per loro è una grande opportunità per tutti, per noi e per i nostri avversari». Intanto con 151.176 spettatori la sfida al vertice Sassari-Varese ha fatto registrare, considerando solo le gare di campionato, il terzo miglior risultato in termini di audience media. Il dato di ascolto più ascolto più alto resta quello di EA7 Milano-Montepaschi Siena di domenica 3 marzo con 168.191 spettatori seguito dalla sfida dell'andata (5 novembre 2012) tra Siena e Milano che aveva chiuso con un ascolto medio di 154.960.

Drake Diener

I più letti