La Virtus falserà il campionato?

Le conferenze stampa di Claudio Sabatini non sono mai banali, mai politicamente corrette, ma le ultime parole pronunciate dall’amministratore delegato della Virtus Bologna rischiano di scuotere violentemente il già fragile campionato italiano. A Bologna è scoppiato il “caso Hasbrouck”. Il procuratore della guardia americana, Giovanni Funiciello, si è accordato con la squadra dell’Aliaga Petkim comunicando ai turchi lo svincolo del suo assistito sfruttando la clausola che permette la rescissione del contratto in caso di alcuni mancati pagamenti. Sabatini ha negato tutto affermando che non ci sono arretrati e che la questione proseguirà presso il tribunale arbitrale FIBA di Losanna. Hasbrouck nel frattempo non scenderà più in campo con la canotta della Virtus, ma si siederà in tribuna, per via di un preciso ordine di scuderia imposto a Bechi da parte di Sabatini.

L’ex patron bianconero non si è fermato qua ed è andato oltre:  “In questo momento abbiamo fatto una scelta tecnica, gioca Andjusic e Hasbrouck sta qua a fare preparazione atletica fino al 30 giugno, così è pronto per la prossima stagione. Chiunque vuole andar via, per noi è una riduzione di un costo. Noi non vediamo l’ora di vedere in campo Andjusic, Parzenski e Fontecchio in queste sei partite che sono sei amichevoli, anzi sei gite enogastronomiche, e chiedo scusa ai tifosi ma per noi sono l’opportunità per provare questi ragazzi che hanno una grande occasione”. La Virtus, poiché ha quasi ottenuto la matematica salvezza, sta pensando di schierare i giovani al posto dei titolari per testarli in ottica futura. Il problema risiede nel fatto che le prossime partite non saranno delle amichevoli, come ha affermato Sabatini, ma saranno delle gare ufficiali e questo comportamento rischia di falsare il campionato.

E’ vero che Bologna non ha più dei concreti obiettivi in questo finale di stagione, ma le avversarie che si troverà di fronte sì e smantellare la squadra per ridurre i costi lede il principio di lealtà sportiva. Reggio Emilia, squadra in lotta per i playoff e che ha perso recentemente all’Unipol Arena, come accoglierà la notizia di queste dichiarazioni di Sabatini?

Queste parole, che ci auguriamo possano essere soltanto provocazioni, nascono dalle difficoltà economiche che sta attraversando la Virtus. Minard un mese fa ha salutato la truppa ed è sbarcato al Besiktas e pochi giorni fa Hasbrouck voleva compiere lo stesso viaggio sempre con destinazione Turchia. Gli americani fuggono o vorrebbero fuggire accusando la società di non versare tutti gli emolumenti pattuiti ed inoltre la Virtus punta sui giovani soprattutto per assicurarsi i 210.000 euro del premio sull’utilizzo di giocatori italiani. Tutto ciò deve suonare come un campanello di allarme. Le ultime partite di campionato verranno vissute da Bologna con la tranquillità di un’amichevole, ma l’estate che arriverà si preannuncia molto turbolenta.

I più letti