Cancellieri: "Abbiamo provato di tutto"

Massimo Cancellieri

Massimo Cancellieri

Ancora un’occasione amara per coach Massimo Cancellieri, chiamato a commentare la sconfitta casalinga subita per mano della Sutor Montegranaro.
"Vorrei fare soltanto un’osservazione. Prendo atto che i nostri giocatori, nella situazione ambientale e di pressione in cui si sono trovati hanno fatto di tutto per provare a vincere la partita. In questi casi parlare di tecnica è difficile, non posso rimproverare loro nulla, purtroppo non siamo riusciti ad essere solidi, abbiamo sbagliati tiri anche aperti, secondo me a causa del peso che aveva il pallone. In questo momento è complicato fare altre osservazioni. Abbiamo provato di tutto, voglio ribadirlo, anche al termine di una partita del genere". 
Cosa vi è mancato? 
"Per vincere partite come questa contro una squadra che, in questo momento, ha una grandissima fiducia in se stessa, come dimostrano gli ultimi eccezionali risultati che ha fatto, dovevamo giocare tutti con la fiducia di saper fare le proprie cose, ognuno nel suo ruolo, sia che richiedesse la presenza in campo per 40 minuti che per pochi secondi. Invece, se come ci è successo, capita di fare un errore nella seconda occasione ci pensiamo tre volte, rendendo la cosa ancora più difficile".
A gennaio dicesti che questa era la miglior squadra possibile, ed eravamo d’accordo praticamente tutti, cosa vi è mancato in questo periodo?
"La compattezza, in certi momenti viene da qualche risultato, dal vincere qualche partita di fila, con una pressione che viene un po’ meno. Avrebbe diminuito il senso di responsabilità che ognuno di noi sente giocando in un posto come questo. Non siamo stati lucidi con continuità, e questo porta a non fare certi risultati che altre squadre invece sono riuscite a raggiungere".
Anche stasera il tiro da tre è stata una componente importante della sconfitta…
"Abbiamo preso tanti tiri aperti e ben costruiti, ma sbagliati, da giocatori che invece le caratteristiche per segnarli li avevano. La mancanza di solidità e lucidità non deriva dalla mancata volontà, ma da una situazione di tensione che non siamo riusciti a superare".
La contestazione da parte della curva ha influito?
"Mi sembra che il pubblico abbia sostenuto comunque la squadra, tutta, che è uscita ugualmente fra gli applausi. Poi ognuno ha le sue opinioni, io posso garantire che nessuno qui ha fatto in modo che i risultati fossero questi. Ci troviamo in questa situazione, siamo frustrati, rammaricati e dispiaciuti, ognuno di noi ha lavorato per salvare la squadra, nessuno ha mai pensato a se stesso, per il rispetto e l’amore che abbiamo per questa società e questa maglia. Sinceramente noi siamo stati concentrati sulla partita. Abbiamo provato a non farci influenzare ed a reagire, era giusto che noi provassimo a vincere la partita ed essere solo lì con la testa. Ci spiace non esserci riusciti". 
Massimo Cancellieri

I più letti