Sacripanti, quante emozioni: "Pensavo di non cascarci"

Stefano Sacripanti

Stefano Sacripanti

Pensavo di non emozionarmi più, dopo sei anni che ho lasciato Cantù: ma l'applauso che ho ricevuto al momento della presentazione delle squadre è stata una grandissima cosa».

La considerazione di Pino Sacripanti a fine gara arriva dopo un commento nel quale l'allenatore canturino della Juve Caserta parla di getto, senza mai interrompersi, spinto da una visibile soddisfazione: «Se dovevamo provare a vincere questa partita era solo con soluzioni estreme in difesa, così come abbiamo fatto. Volevamo togliere a Cantù il pick and roll tenendo basso il nostro centro, e impedire che Leunen trovasse opportunità di tiro allargandosi dopo il blocco. L'unica volta che abbiamo sbagliato è stato sul suo trepunti del 65 pari...... La scelta tattica ha funzionato: «Forse abbiamo costretto l'attacco della Lenovo a pensare troppo a cosa fare in ogni azione, e un'altra cosa che ci eravamo preparati era la difesa su Mancinelli in post basso. In attacco abbiamo invece faticato di più, ma lo sapevamo visto che ci trovavamo di fronte un avversario più grosso di noi e sempre con un "tre" di notevole stazza rispetto ai nostri. Cantù è stata brava a toglierci dal gioco Akindele e l'unica maniera che ci era restata era quella di allargare il campo per gli uno contro uno e il "penetra e scarica". Siamo stati bravi, c'è stato anche un pizzico di fortuna che in questi casi serve». L'assenza di Jonusas ha messo ancora più spazio a disposizione dei più giovani della Juve: «Vedere il "bimbo del gruppo", e cioè Marzaioli, segnare il libero che decide la partita dopo aver comunque giocato un'ottima gara, con 8 punti e una buona difesa su Mazzarino, ripaga il giocatore dei sacrifici fatti ed è un grande premio per tutti noi». La chiusura di Sacripanti riguarda le voci che lo danno di ritorno a Cantù: «Non ho avuto nessun contatto, hanno un ottimo allenatore che ha un altro anno di contratto, questi sono i soli dati di fatto certi».
Stefano Sacripanti

I più letti