Premio italiani: Sarà volata a tre

Il premio messo in palio dalla FIP è ormai l’unico “obiettivo” possibile rimasto alla Virtus, che è salva e non può ambire a niente di meglio. Tale obiettivo fu definito come primario da Claudio Sabatini già a fine ottobre: la priorità è vincere il premio, a scapito di qualsiasi risultato. Dobbiamo prenderlo per pagare gli stipendi, disse l’AD.
E infatti in queste ore la Virtus sta meditando di privarsi anche di Smith per dare più minuti ai suoi italiani, appunto.
Di che cifra si tratta? Dopo le ultime decisioni del Consiglio Federale, si parla di circa 210mila euro per la squadra classificata, 126mila per la seconda e 84 per la terza.
Vincere non sarà facile, però. Si prevede un testa a testa fino alla fine tra tre squadre. 
Al momento conduce Caserta con 2552 minuti, davanti alla Virtus con 2532, ma in percentuale - che è quella che conta - sono davanti i bianconeri con il 50.64% dei minuti contro 50.03%. Al terzo posto c’è Montegranaro con 2464 minuti e 48.79%. Le altre sono molto distaccate.
La classifica finale verrà stilata dopo 27 giornata, per evitare polemiche come quelle dell'anno scorso. 
Dato che a tutte e tre le squadre - che non navigano nell’oro - la cifra messa in palio fa decisamente comodo, e dato che nessuna delle tre ha altri obiettivi, non è difficile intuire che nelle due cinque giornate Bechi, Sacripanti e Recalcati daranno moltissimo spazio ai loro italiani.

Di seguito la classifica aggiornata a oggi, dopo 25 giornate: 
Caserta 2552 (50.03%) 
Virtus 2532 (50.64%)
Montegranaro 2464 (48.79%)
Pesaro 1975
Reggio 1650
Venezia 1521
Roma 1441
Brindisi 1318
Milano 1202
Sassari 1199
Cantù 1109
Varese 1029
Siena 909
Biella 832
Avellino 765
Cremona 730

I più letti