Warriors show a Denver

Dopo l'infortunio di David Lee, i Golden State Warriors sembravano spacciati. Invece, la squadra di Marc Jackson gioca una grande partita e passa 117-131 sul campo dei Denver Nuggets pareggiando la serie sull'1-1.

I Nuggets avevano vinto le ultime 24 partite casalinghe, non perdevano sul proprio campo da oltre tre mesi. I Warriors si sono imposti con un secondo tempo da 70 punti, trascinati da Stephen Curry, autore di 30 punti e 13 assist dopo una gara 1 sottotono. In attacco, gli ospiti hanno girato alla perfezione, trovando 26 punti da Jarrett Jack, 24 dal rookie Harrison Barnes (massimo in carriera) e 21 da Klay Thompson e chiudendo con il 64,6% al tiro, il massimo nella storia playoff della franchigia. I Nuggets si sono arresi sul loro terreno più favorevole, quello della corsa e del ritmo alto che al Pepsi Center ha mietuto fior di vittime. Per Denver, i migliori sono Ty Lawson (12 assist) e Corey Brewer con 19 punti a testa.

I Miami Heat si portano sul 2-0 battendo 98-86 i Milwaukee Bucks in una partita che si è decisa in avvio di ultimo quarto.

Con la gara in equilibrio, i campioni in carica hanno accelerato piazzando il 12-0 che ha lanciato la fuga, mai più ricucita dagli ospiti. Dwyane Wade ha realizzato 21 punti, LeBron James 19 interrompendo una striscia di 22 partite di playoff con almeno 20 punti e 16 con almeno 25. I Bucks ci hanno creduto per tre quarti grazie a Ersan Ilyasova (21) e Mike Dunleavy (16), ma i 15 punti totali fra Brandon Jennings e Monta Ellis sono stati un fardello insormontabile.

Si portano sul 2-0 anche i New York Knicks che si impongono 87-71 sui Boston Celtics, crollati nel secondo tempo come era accaduto in gara 1.

Gli ospiti finiscono la benzina troppo presto, nel secondo tempo tirano con il 19% e realizzano appena 23 punti contro i 45 dei Knicks, che prendono il controllo nel terzo quarto con un parziale di 24-4. Carmelo Anthony ha dominato la gara chiudendo con 34 punti, il sesto uomo dell'anno J.R. Smith ne ha realizzati 19 e Ray Felton 16: questi tre hanno prodotto 69 degli 87 punti di squadra. I Celtics, andati all'intervallo sul +6 dopo un primo tempo convincente, hanno avuto 18 punti da Paul Pierce e 12 con 11 rimbalzi da Kevin Garnett, che ha avuto problemi di falli.

I più letti