Playoff Nba: Lakers, la sconfitta peggiore. San Antonio domina 120-89

Denver va sotto 2-1 nella serie con Golden State

San Antonio vince 120-89 allo Staples Center (26 punti e 9 rimbalzi per Tim Duncan, 20 per Tony Parker) e infligge ai Lakers la più severa sconfitta casalinga di sempre nei playoff Nba. Senza Bryant e Nash, ai gialloviola serve a poco la prima tripla doppia in carriera di Pau Gasol nella postseason (11 punti, 10 assist e 13 rimbalzi). Ora Los Angeles è sotto 3-0 nella serie con gli Spurs e l'eliminazione è dietro l'angolo.

Non basta una caviglia dolorante a fermare Stephen Curry. Il playmaker trascina i Warriors alla vittoria 110-108 sui Nuggets in gara-3 del primo turno dei playoff Nba, Golden State guida ora 2-1 nella serie. Dopo aver realizzato 30 punti in gara 2, Curry ne mette a referto 29 - oltre a 11 assist - davanti ai 20 mila spettatori in delirio della Oracle Arena di Oakland.

La serie tra Warriors e Nuggets si conferma così una delle più equilibrate e divertenti del primo turno: in gara 3 Denver comanda a lungo nel punteggio - grazie soprattutto a uno strepitoso Ty Lawson (35 punti e 10 assist, 11 su 22 dal campo, 12 su 12 dalla lunetta) - e arriva fino al +13 nel terzo quarto. Curry guida la rimonta dei padroni di casa, ma un contributo decisivo arriva anche da Jarret Jack (23 punti e 7 assist), Harrison Barnes e Carl Landry (19 punti a testa). I Nuggets sfiorano il colpaccio sulla sirena, ma la tripla di Andre Iguodala da metà campo si stampa sul ferro, regalando l'ultimo brivido ai tifosi dei Warriors. Gara-4 è in programma domenica.

Knicks e Spurs vincono anche la prima gara fuori casa sui campi di Celtics e Lakers e si portano sul 3-0: domenica entrambe le squadre avranno la possibilità di chiudere i giochi in gara-4, rifilando uno "sweep" umiliante alle due franchigie più titolate della lega (nessuna squadra ha mai rimontato uno svantaggio di 3-0 nei playoff). I Knicks - mai oltre il primo turno della postseason dal 2000 - passano 90-76 al Garden grazie ai 26 punti di Carmelo Anthony, ai padroni di casa non bastano i 21 di Jeff Green e i 17 di Paul Pierce.

I più letti