23:20 10 febbraio 2011 | Diego  Pesci | LegaBasket Serie A |
0%
0%

La Fabi scrive un'altra pagina di storia: batte la Virtus Bologna ed approda in semifinale

Dopo l’apertura delle Final Eight con la scontata vittoria dei campioni d’Italia del Montepaschi Siena sulla Scavolini Siviglia Pesaro, nella seconda sfida dei quarti di finale una strepitosa Fabi Shoes Montegranaro riesce a battere una spenta ed inconsistente Canadian Solar Bologna.

Prestazione con i fiocchi dei ragazzi di coach Pillastrini che dopo aver timbrato il cartellino per la quinta presenza consecutiva alla manifestazione, scrivono un’indelebile pagina della storia gialloblu centrando per la prima volta in assoluto l’accesso in semifinale. Il tutto è ancora più incredibile se si considera l’assenza del playmaker titolare Maestranzi, e delle condizioni non ottimali di Ford per problemi all’inguine e di Antonutti che accusa un risentimento muscolare. I due comunque non sono voluti mancare ed anche a mezzo servizio hanno dato il loro preziosissimo contributo.

La Virtus Bologna dal canto suo si imbatte in una serataccia, con pessime percentuali al tiro e solo sprazzi di gioco. E’ costretta a rincorrere dall’inizio alla fine e si deve arrendere ai marchigiani. Per i bianconeri quindi una Coppa Italia da dimenticare, con l’eliminazione diretta dopo che per 4 stagioni consecutive erano arrivati sempre a disputare la finale.



La gara:

E’ l’ex Amoroso ad aprire le marcature e dopo appena 2 minuti Sharrod Ford spende già due falli che lo costringono a lungo a restare in panca. Ray ed Ivanov lanciano la Sutor avanti sull’11-6 e costringono coach Lardo al time out. I bianconeri cercano un po’ di darsi una scossa con l’innesto di Rivers che però fa 0/2 dalla lunetta e Montegranaro vola grazie alle triple di Cavaliero ed Ivanov che chiude la prima frazione già a quota 11. La Canadian Solar invece non riesce a trovare valide soluzioni in fase offensiva e va sotto di 11 lunghezze, 25-14 dopo il primo quarto.

E’ ancora Cavaliero a colpire da 3 e a raggiungere la doppia cifra; trova anche un assist al bacio per Bobby Jones che segna in penetrazione sfruttando un blocco cieco. Pillastrini rigetta nella mischia Ford che è bravo a gestire la propria situazione falli e nonostante tutto è un punto di riferimento per la Fabi. Bologna tenta di restare a galla con Koponen e Gailius ma sbaglia troppo ed è imprecisissima dalla linea della carità chiudendo con 2/11 all’intervallo sul 47-34 per Montegranaro.



Al rientro sul parquet di gioco è Ray a trascinare i suoi: dopo un primo tempo un po’ sotto tono caratterizzato da diversi errori, la guardia statunitense è letteralmente immarcabile segnando 13 punti nel quarto sia da 3 che in penetrazione. La Fabi vola sul +20, Homan sblocca la Virtus che sembra letteralmente ko, ma Poeta continua a correre e tiene a galla i suoi che restano a quota -11, 62-52 quando restano 10 minuti da giocare.



Ford compie un gesto atletico spettacolare stoppando Winston, Cavaliero ed Antonutti riportano la Fabi Shoes sul +15. Jones sbaglia una schiacciata clamorosa rimanendo appeso al ferro e Bologna ci crede ancora trovando i primi punti da Martinoni e con un buon canestro di Sanikidze che valgono il -10 a 4 minuti dalla fine. Poeta segna anche il -8, ma poi non riesce più a riavvicinarsi in quanto Montegranaro con un ottimo Cinciarini gestisce bene i possessi finali imbeccando Ivanov per il punto esclamativo finale. L’incontro termina 82-73 e si festeggia tra le file gialloblu. Nelle interviste post partita Cavaliero, mvp assoluto del match, e coach Pillastrini mostrano sprazzi di gioia. I giocatori salutano e ringraziano i calorosi Rangers giunti fino a Torino, compiendo immensi sacrifici considerando anche il turno infrasettimanale. Il tutto mentre al Pala Olimpico Isozaki di Torino viene intonato l’inno “Il cielo è sempre più blu”…

 



Ora la Fabi avrà un giorno per recuperare energie e preparare al meglio la sfida impossibile: la semifinale contro il Montepaschi, che appena due settimane fa hanno violato di misura il PalaSavelli, dopo un incontro equilibratissimo che ha fatto discutere. Sarà l’occasione per tentare il tutto per tutto non avendo nulla da perdere e magari togliersi ulteriori soddisfazioni!

La Canadian Solar invece esce dalla manifestazione ed avrà più tempo per preparare le prossime sfide di campionato anche se sicuramente il patron Sabatini e lo staff tecnico non si aspettavano l’eliminazione diretta ai quarti.



Arbitri dell’incontro: Luigi Lamonica - Mauro Pozzana - Luca Weidmann



MVP: Daniele Cavaliero

La guardia triestina è la vera spina nel fianco della difesa bolognese. Realizza con continuità canestri sia dall’area pitturata che dalla lunga distanza, contribuendo anche a fare il metronomo affiancando Cinciarini e Ray vista l’assenza di Maestranzi. Serve 5 assist da applausi e si incolla a Winston e Rivers in fase difensiva dando un apporto davvero pregevole. Chiude con 19 punti in 36 minuti di gioco (4/7 da 2, 3/9 da 3 e 2/2 ai liberi) per un valutazione complessiva pari a 21. Davvero una prova sontuosa che dedica a tutta Montegranaro!



QUINTETTO IDEALE: Cinciarini, Cavaliero, Ray, Sanikidze, Ivanov.